Che il principe George sia un reale 2.0 si è capito da tempo, grazie a mamma Kate Middleton e a papà William che pubblicano sul profilo ufficiale Twitter e Instagram della famiglia, Kensington Palace, tutte le novità che riguardano il royal baby e la nuova arrivata, Charlotte. Ma ora il principino è anche su Facebook e “ti disprezza”. Perché lui è nobile e tu sei un “poraccio”, un poveraccio, diciamo, detto alla romana.

In realtà, si fa presto a capirlo, il profilo Facebook “Baby George ti disprezza” non è altro che una parodia che si diverte ad immaginare un principe George sprezzante verso i sudditi, ma anche un po’ verso mamma Kate Middleton, a cui lui è certo affezionato, ma che resta comunque una non nobile, una “poraccia”. E la puzza di “poraccio”, insegna Baby George, si sente, è dura a mandar via.

Galleria di immagini: Il principe George su Facebook “ti disprezza”

Il principe George, che compie due anni proprio il 22 luglio, ha effettivamente per la sua età una mimica molto sviluppata: il suo viso simpatico e sempre intento a curiosare, a parlare con gli adulti, a guardare dritto nell’obiettivo dei fotografi e a salutare, i fan si presta molto bene alle didascalie che l’autore anonimo della pagina Facebook “Baby George ti disprezza” piazza sotto le foto.

George “ti disprezza” seguendo le orme della bisnonna, la regina Elisabetta, che gli spiega di non dare troppo credito a nonno Carlo, perché anche lui è in fondo un “poraccio”; “ti disprezza” perché tu devi studiare per costruirti un futuro, mentre lui ce l’ha già; “ti disprezza” perché vai ai buffet, un’usanza per lui inconcepibile.

Le parole possono solo descrivere quello che un’immagine ben scelta con una didascalia irriverente e divertente può fare: la pagina, infatti, in soli 5 giorni dalla fondazione ha raccolto più di 90.000 Mi piace, che sono in continua crescita ad ogni battuta ed ogni vignetta pubblicata.

Il successo della pagina sta nel mix esplosivo delle facce di George insime all’ironia delle frasi, alla confidenza che la famiglia reale grazie all’uso sapiente dei social network sta prendendo non solo con i suoi sudditi, ma con i fan in tutto il mondo, e anche alla consapevolezza che, in un modo o nell’altro, siamo effettivamente tutti “poracci”, se questo vuol dire non vivere dei privilegi dei monarchi. Poi, anche Charlotte è una “poraccia” a ben vedere perché, come le spiega Baby George con fare diabolico, in fondo l’erede è lui.