Prima di Angelina Jolie e Brad Pitt, il divorzio del 2016 che ha fatto più discutere è stato quello tra Johnny Depp e Amber Head: i due ex coniugi avevano raggiunto un accordo di divorzio secondo cui l’attore di Black Mass avrebbe dovuto pagare 6,8 milioni di dollari all’ex moglie. Adesso, però, Johnny Depp si rifiuta di proseguire con il pagamento citando una violazione del contratto da parte dell’attrice californiana.

Secondo quanto riporta il Daily Mail, Johnny Depp sarebbe furioso con Amber Heard per le dichiarazioni che l’attrice di Danish Girl ha rilasciato qualche settimana fa sulla violenza domestica. Amber Heard, infatti, ha richiesto il divorzio accusando l’ex marito di violenza domestica durante il solo anno di matrimonio che la coppia ha condiviso. Per il numero di dicembre di Porter, la trentenne ha scritto una lettera in cui parla di empowerment femminile e violenza domestica: anche se non nomina direttamente Johnny Depp, si capisce comunque che sta parlando della sua esperienza personale.

“Potrai avere sofferto da sola dietro a porte chiuse, ma non sei sola. Lo devi sapere. Voglio ricordarti della tua forza, una forza che è stata moltiplicata dal numero di donne che stanno silenziosamente in piedi dietro di te – una verità che mi ha permesso di rompere le porte quando mi sono trovata a starvi dietro”.

Quando una donna decide di parlare pubblicamente d’ingiustizia e delle sue sofferenze, invece di aiuto, rispetto e supporto, incontrerà ostilità, scetticismo e vergogna. Si dubiterà delle sue ragioni e la sua verità sarà ignorata. Sono stata cresciuta per essere indipendente e autonoma. Non mi è mai stato dato né ho voluto il peso della dipendenza. Non ho mai pensato che qualcuno dovesse o potesse salvarmi, quindi, naturalmente, io non sopporto essere chiamata ‘vittima’”.

Amber Heard aveva anche realizzato un video sulla violenza domestica per un progetto di GirlGaze il mese scorso, in cui ha sottolineato quando sia difficile e devastante vedere che la violenza arrivi da qualcuno che ami e a cui tenevi, ma di come sia necessario far sentire la propria voce e non subire una situazione del genere in silenzio per paura.

Johhny Depp e il suo team di avvocati hanno accusato Amber Heard di avere creato il caso ad arte per ottenere il mantenimento dopo il divorzio. Il patrimonio del Jack Sparrow di Pirati dei Caraibi vale circa 400 milioni di dollari, mentre quello dell’attrice è pari a 9 milioni di dollari. L’accordo raggiunto, invece, prevede il pagamento di 6,8 milioni di dollari ad Amber che ha promesso di donare tutto il ricavato in beneficienza, al Children’s Hospital Los Angeles e all’American Civil Liberties Union.

Johnny Depp ha già pagato i primi 100 mila dollari, ma secondo i suoi avvocati, i restanti milioni non saranno versati perché l’attrice, parlando in pubblico di violenza domestica, ha violato la clausola di riservatezza inserita nell’accordo: anche se Amber Heard non ha mai nominato l’ex marito nel video o nella lettera, era chiaro a chi si stesse riferendo.

A questo punto, i legali di Amber hanno richiesto alla Corte Superiore di Los Angeles di adottare provvedimenti contro Johnny per non avere rispettato tutti gli obblighi imposti a suo carico dalla corte nei mesi scorsi. Secondo gli avvocati di lei, l’attore di Alice nel Paese delle Meraviglie non ha permesso all’attrice di entrare nella casa che condividevano a West Hollywood per prendere i suoi effetti personali, non ha trasferito a lei la proprietà di una Range Rover e si rifiuta di parlare con Amber di come dividere “mobili e elementi d’arredo”.

Inoltre, e ben più importante, Amber Heard accusa Johnny Depp di averla chiamata sulla stampa una “cacciatrice di dote”, quando lei ha perfino accettato nell’accordo di divorzio una somma più bassa di quanto inizialmente proposto.