Sono l’immagine stessa dell’amore fraterno: così si possono vedere il principe George e la principessa Charlotte per la prima volta insieme nelle fotografie pubblicate dal profilo sui social network di Kensington Palace: a scattarle Kate Middleton. La Duchessa di Cambridge, quindi, può essere doppiamente orgogliosa, come mamma di due bellissimi bimbi ma anche per le sue abilità da fotografa.

Galleria di immagini: Le foto del Principe George e della Principessa Charlotte

In tutto, Kensington Palace ha pubblicato quattro immagini scattate a metà maggio a Anmer Hall, la casa di campagna di Norfolk che William e Kate hanno scelto per la loro famiglia in crescita. La principessa Charlotte, la quarta nella linea di successione per il trono d’Inghilterra, aveva solo una quindicina di giorni di vita quando sono state scattate e suo fratello la tiene sulle ginocchia.

In una delle immagini, il principe George tiene la piccola mano di sua sorella nella sua, solo di poco più grande; in un’altra accarezza la sorellina sulla pancia guardandola con affetto negli occhi; in una terza, i due bambini guardano in alto, lontano dalla fotocamera, distratti forse da un adulto, probabilmente dal principe William.

Nella quarta immagine della serie, il principe, che compie due anni il mese prossimo, dà alla sua sorellina un tenero bacio sulla fronte e, a giudicare dalla reazione della principessa Charlotte, lei sembra felice di questa attenzione.

Le prime fotografie della royal baby dimostrano che la principessa sta crescendo bene, appare vigile e reattiva e, anche se è ancora troppo piccola per poter offrire un bel sorriso all’obiettivo, è quasi come se lo facesse. Sul profilo di Kensington Palace si fa sapere che le immagini vengono pubblicate come ringraziamento per tutto il sostegno ricevuto dopo la nascita della principessa Charlotte, lo scorso 2 maggio.

C’è stata una risposta molto calda dei sudditi quando la principessa Charlotte è nata, che è stata molto apprezzata dal duca e dalla duchessa”, ha fatto sapere una fonte reale. “E così hanno voluto condividere queste fotografie con il pubblico”.