Da quando c’è la prospettiva di qualche anno di carcere, la mamma di Fabrizio Corona non fa che rilasciare interviste. In quella doppia rilasciata al settimanale “Gente”, in edicola questa settimana, parla di Belen Rodriguez e della preoccupazione qualora il figlio dovesse tornare in carcere. Ha problemi di salute, aveva raccontato in precedenza, un problema mentale che l’aveva spinta a mandargli in carcere uno psichiatra che gli aveva prescritto dei medicinali per la sua patologia.

Nell’intervista mamma Gabriella ha parole belle dell’ex nuova Belen Rodriguez e non le rimprovera affatto la decisione di essere scappata da Fabrizio Corona:

“Belen ha avuto ragionissima a lasciarlo. Si è disamorata perchè con Fabrizio aveva una vita troppo pesante, ogni giorno c’era un nuovo problema e a quell’età, 27 anni, si vuole vivere più spensierati. Ma io ho voluto molto bene a Belen, è stata una presenza positiva nella vita di Fabrizio e anche nella mia. Era allegra, solare, a me ha fatto bene e mi ha anche aiutato a stare vicina a questo mio figlio imprendibile. Se la incontrassi per strada, le darei un sacco di baci. Fino alla sera prima di andarsene, mi ripeteva di volere un figlio, di volerlo più di ogni altra cosa. Poi è sparita. Allora io non capisco se amava Fabrizio davvero”.

Parole di lode a Belen Rodriguez arrivano anche da Fabrizio Corona:

“È stata lei a insegnarmi che nella vita non c’è solo il lavoro. Per il primo anno io, che prima di incontrarla lavoravo fino alle 11 di sera, tornavo invece a casa il pomeriggio alle 4, per vederla, per stare insieme. Ma è durato un anno soltanto poi ho ricominciato con la mia vita da ‘drogato’ di lavoro, tornavo a casa anche a mezzanotte. Come quando stavo con mia moglie Nina Moric”

Intanto Fabrizio Corona si dà molto da fare nella sua attività lavorativa, mette la farfallina di Belen sulle borse ma è sotto stretta sorveglianza del tribunale. Tutto mentro la sua ex fidanzata si ubriaca a Formentera e balla con Bobo Vieri, in assenza dell’attuale fidanzato Stefano De Martino.