Leone Guicciardini ha terminato la sua avventura al Grande Fratello proprio ieri sera, uscendo al televoto contro Gaia Bruschini. Il toscano discendente del celebre poeta pare si sia divertito moltissimo nella sua avventura durata comunque ben cinquanta giorni, e la sua uscita rappresenta una grande perdita per il reality.

Leone Guicciardini era infatti molto simpatico al pubblico del Grande Fratello, soprattutto per la sua immediatezza, per il suo cercare di essere saggio e super partes, per la sua voglia di scherzare sempre e comunque con tutti. Quello che Leone ha detestato sempre sono state le continue liti, in particolare con i componenti della squadra bianca.

Galleria di immagini: Grande Fratello 12, la squadra bianca

Leone Guicciardini ha raccontato in un’intervista:

«Dentro la casa mi sono divertito come un pazzo, 50 giorni vissuti appieno e devo ringraziare le persone che non mi hanno votato perché era diventata troppo pesante: liti, controliti, non era più la casa anzi non è mai stata la casa, era una guerra fra bande. Le persone con cui ho legato di meno erano Floriana Messina, Enrica Saraniti e Chiara Giorgianni, anche perché era come se seguissero un copione, come se avessero studiato una parte, che prima di entrare si erano viste tutte le edizioni del Grande Fratello, ma magari sono veramente così… vallo a capire.»

A Leone piacerebbe che vincessero il suo grande amico Rudolf Mernone oppure Kiran Maccali. Fa anche il nome di Danilo Novelli, che a suo avviso aveva tutte le carte in regola per essere il vincitore, prima della sua uscita volontaria dalla casa di Cinecittà.

Fonte: Televisionando.