La novella signora Lily Cooper, non più Allen da quando si è sposata lo scorso giugno, ha dichiarato di aver visto Amy Winehouse la notte prima che morisse, e di essere stata a un passo dal fare la sua stessa fine.

C’è stato un periodo poco felice in cui anche Lily era nel pieno del giro di festini, droga e alcol, in cui pare abbia anche sofferto di disturbi alimentari.

Galleria di immagini: Lily Allen incinta al suo matrimonio

Un periodo ormai lontano, ora che la signora è moglie e felicemente incinta, ma che è sembrato particolarmente vicino ai suoi amici il giorno della tragica morte di Amy:

“Quando Amy è morta, ho ricevuto molti messaggi dai miei amici che dicevano di essere felici che io fossi ancora qui. Che non ero morta anch’io. È molto facile essere trascinati in mezzo a quella follia e credo di avere avuto molta fortuna a essere stata forte abbastanza da essermene tirata fuori.”

Riguardo alla morte di Amy, di cui ancora non si conoscono le cause, dice la giovane cantante:

“È stato molto triste. Ma ho pensato che era diventata una specie di caricatura di se stessa. La sua morte quasi non è sembrata reale perché la sua vita era stata vissuta virtualmente sui giornali fino alla fine. Sono uscite alcune volte con Amy e so esattamente quello che succedeva. Sono stata anche a casa sua a Camden. Non la sera della morte, quella prima. Mi sono sentita davvero in trappola per la presenza di 40 paparazzi isterici fuori dalla sua porta. Capisco perfettamente perché non voleva lasciare la casa. Era più invitante stare dentro e farsi di eroina.”

Lily intanto ha lasciato Londra per trasferirsi nella campagna circostante con il marito, anche per allontanarsi dai flash dello show-business. Al momento ha detto di essere molto preoccupata per la sua gravidanza, è al settimo mese, e dopo due aborti spontanei subiti di recente, uno in cui ha quasi rischiato di morire, c’è poco da biasimarla.

Fonte: DailyMail