Il look da mare permette di spaziare tra diverse proposte di outfit e infiniti colori che vanno bene al di là delle tendenze stabilite dalle passerelle. Ciò non toglie che la possibilità di una caduta di stile sia dietro l’angolo e si possa incorrere negli errori più comuni che andrebbero invece scongiurati.

Come in ogni occasione, essere consapevoli del proprio aspetto e conoscere quali capi donano di più alla propria silhouette è il primo step per essere perfette, in spiaggia come a una serata di gala. Stesso discorso vale per l’età e un minimo di attenzione per il periodo storico: in linea di massima, sarebbe auspicabile che la t-shirt over size con gli orsacchiotti da indossare come copricostume rimanga relegata in soffitta, dove è conservata per qualche lustro.

Al di là di queste prime semplici indicazioni di buon senso, vediamo più in dettaglio gli errori più comuni da evitare nel look da mare.

  • Short e crop top con chili di troppo, cellulite e un’età anagrafica che inizia con numero superiore al due: la libertà di essere come si vuole è importante – anzi fondamentale – ma lo è altrettanto la capacità di guardarsi allo specchio e sapere cosa dona e cosa no. Quindi, se gli anni sono fuggiti inesorabilmente, i chili sono aumentati e la cellulite ha fatto il suo corso, sarebbe bene optare per un elegante e trendy caftano, magari abbinato al costume, lasciando quel look da mare a Chiara Ferragni o a Belén.
  • Bianco su bianco: l’abito di lino color latte è un evergreen, talmente scontato che non averne almeno uno nel guardaroba fa sentire come degli alieni appena scesi da Marte. Tuttavia, sarebbe preferibile lasciarlo per i giorni in cui il sole avrà fatto quanto gli compete e il colorito verdognolo da eccessiva esposizione al pc avrà lasciato spazio a un aspetto sano e luminoso.
  • Tacco 12 tra gli scogli: oltre a conoscere i propri limiti, avere cognizione delle caratteristiche orografiche della spiaggia dove si andrà non sarebbe male. Quindi, se non si è più che sicure di avere a disposizione sabbia e camminamento fino agli ombrelloni, meglio lasciare i tacchi stratosferici alla sera, preferendo invece comode infradito con cui affrontare con più facilità sassi e scogliere. In caso di gita in barca, poi, ci sono dei lupi di mare che possono tentare di uccidere chi non salga a bordo rigorosamente scalzo.
Galleria di immagini: Costumi interi: le proposte per l'estate 2016