Marchesa realizza il suo primo profumo, Parfum d’Extase. La maison si è sinora distinta sulle passerelle di tutto il mondo per i suoi vestiti-gioiello, riproduzione dei fatati abiti da ballo delle fiabe; capi lunghi, finemente e riccamente lavorati, che sembrano un felice incontro tra eleganza, magia e mondi principeschi. Il profumo che ora il marchio propone, Parfum d’Extase, ricalca perfettamente il design degli abiti.

I direttori creativi di Marchesa, Georgina Chapman e Keren Craig, hanno espressamente affermato che l’ampolla e l’essenza in essa racchiusa devono richiamare quanto sinora è stato progettato per gli abiti. In altre parole, chi indossa un abito della casa di {#moda} ne porta anche il profumo, e viceversa.

Il design dell’ampolla è già molto simile agli abiti creati dalla maison: Chapman e Craig intendevano realizzare una boccetta che ricordasse un diamante grezzo. Il vetro è cesellato in maniera irregolare, in modo da restituire i giochi di luce di un cristallo. Il risultato è un gioiello unico, un oggetto che riempie anche il mobilio casalingo e che abbaglia grazie alla sua superficie traslucida adornata da una fascetta di brillanti.

Per la fragranza, sono state scelte essenze sofisticate ma elegantissime, che creano vera e propria dipendenza: fresia, fiore e radice di iris, anice stellato, violetta, fiore di loto, acqua di rose e fiori d’arancio. Il risultato è un profumo articolato ma delicato ed estremamente portabile.

Fonte: Become Gorgeous