Marina Berlusconi è l’unica italiana a comparire tra le donne manager più potenti del pianeta.

È questo il responso del ranking annuale presentato da Fortune, la “Global Most Powerful Women in Business List”, in cui Marina Berlusconi è presente ininterrottamente dal 2001. La classifica presenta tutte le donne che hanno raggiunto importanza e potere nel business mondiale al di fuori degli Stati Uniti.

Marina Berlusconi è attualmente al ventiquattresimo posto, in qualità di presidente Fininvest e presidente Mondadori – oltre che facente parte del CdA Mediaset. Segno inequivocabile dei tempi economici che corrono, al primo posto figura addirittura una new entry, Maria das Gracas Foster, presidente della brasiliana Petrobas: i Paesi in via di sviluppo si stanno decisamente imponendo nel mercato e nella finanza mondiali. Al secondo posto troviamo Gail Kelly di Westpac, mentre al terzo Cynthia Carroll di Anglo American.

Per le manager statunitensi vi è una classifica a parte, in cui compaiono, al primo posto Ginny Rometty di Ibm, poi Indra Nooyi di Pepsi e infine Meg Whitman di Hewlett-Packard. Sheryl Sandberg, alla guida di Facebook, sale addirittura dal dodicesimo all’ottavo posto.

Marina Berlusconi, oltre a entrare in maniera indiscussa nel ranking mondiale delle donne menager più potenti, si conferma anche come la più influente manager italiana. La speranza è che il futuro possa riservare all’economia italiana ulteriori soddisfazioni e vedere comparire nel ranking mondiale, accanto alla Berlusconi, altri nomi di valide imprenditrici italiane.

Fonte: Adnkronos