I massaggi anticellulite sono uno dei rimedi più efficaci per combattere questo inestetismo che colpisce la maggior parte delle donne. Non tutte però possono permettersi di effettuare i trattamenti presso un centro estetico o benessere e allora si ricorre all’automassaggio.

Il massaggio fai-da-te per combattere la cellulite sfrutta i benefici di creme e oli per drenare e stimolare la micro-circolazione periferica, purché eseguito correttamente. L’ideale sarebbe effettuarlo la mattina quando le gambe sono più fresche e leggere, subito dopo la doccia e i movimenti devono sempre partire dal basso verso l’alto per attivare la circolazione linfatica. Bastano 20 minuti al giorno per ottenere dei buoni risultati.

Le creme migliori sono quelle in gel o comunque fluide perché facilitano i movimenti delle mani. Ottime quelle a base di Centella Asiatica, Edera, Ippocastano, Rusco, Escina, tè Verde e Spirulina che grazie agli estratti vegetali esercitano un’azione drenante e facilitano l’eliminazione dei liquidi in eccesso.

Le alghe marine e il fucus invece agiscono direttamente sui cuscinetti andando a sciogliere le cellule di adipe, così come le creme a base di caffeina, cola, aloe e gingko biloba e tutte le sostanze che contengono lo iodio. Per ottimizzare gli effetti si può preparare la pelle con uno scrub agli acidi della frutta che elimina le impurità e apre i pori, che così assorbiranno le sostanze anticellulite in maniera più profonda.

Per quanto riguarda i movimenti, si parte dalle caviglie e piano piano si sale verso le cosce effettuando delle manovre circolari ed energiche, soprattutto se si tratta di cellulite molto resistente è opportuno effettuare delle pressioni con le mani per penetrare meglio nel tessuto. La crema va applicata fino a completo assorbimento.

Ci sono poi delle precise tecniche da utilizzare nelle varie fasi del massaggio. Per iniziare si usa lo sfioramento, una sorta di carezza un pochino più forte da ripetere sulla parte sempre dal basso verso l’alto. Con lo sfioramento si chiuderà anche il massaggio.

La frizione viene svolta in superficie con i polpastrelli esercitando una leggera pressione. La vibrazione si effettua con la mano aperta sulla parte da trattare cercando di far vibrare appunto la pelle per stimolare ancora meglio la circolazione linfatica. Effettuando le manovre correttamente e utilizzando i prodotti giusti con costanza si otterranno degli ottimi risultati e la pelle risulterà subito più liscia e tonica.

Fonte: obiettivo benessere.