Come ogni anno sotto il periodo natalizio ci si aspetta nelle sale cinematografiche il classico cinepanettone, con gli stessi attori e comici, che non stancano mai di far ridere.

Quest’anno però si gioca d’anticipo e “Matrimonio a Parigi” uscirà un mese prima rispetto alla consueta tabella di marcia, e sarà disponibile nelle sale italiane da venerdì in 500 copie. Il cast sarà esilarante come sempre, con l’affermato Massimo Boldi, nei panni di un industriale che evade il fisco su suggerimento della moglie, interpretata da Paola Minaccioni. Immancabile Biagio Izzo, che assume il ruolo di un onesta Guardia di Finanza napoletana, sposato con una donna del tutto illetterata, che non poteva non essere interpretata dalla comica Annamaria Barbera.

Galleria di immagini: Matrimonio a Parigi

I figli dei due principali protagonisti, sono amici all’insaputa dei genitori e frequentano lo stesso istituto di Design di Parigi. Saranno loro la causa principale di tutte le peripezie a cui andranno incontro gli attori. E qui si parla della new entry: Guglielmo Scilla, ovvero Willwoosh, la webstar che grazie ai suoi video pubblicati su Youtube, dove si diletta in divertenti parodie o semplicemente parla di temi attuali, ha raccolto un enorme successo con più di 200 mila persone iscritte al suo canale. Nel film prende i panni del figlio di Biagio Izzo, e si prende una cotta inusuale per una ballerina di Burlesque.

Altra star che entra per la prima volta a far parte di un cinepanettone è il divo Rocco Siffredi, che recita nella parte di uno stilista gay, con gran differenza rispetto ai ruoli da lui interpretati comunemente. Il porno divo ringrazia sentitamente Massimo Boldi per averlo chiamato a prendere parte in questo film, così dicendo:

«Quando mi ha chiamato Boldi ho pensato ad uno scherzo, ma invece per me è stata l’occasione di una nuova esperienza che mi ha permesso, tra l’altro, di portare per la prima volta i miei figli sul set.»

Altri nomi importanti all’interno del film sono poi Massimo Ceccherini, Raffaella Fico, Enzo Salvi, Emanuele Bosi, Loredana De Nardis e Diana Del Bufalo.

Lo stesso Massimo Boldi invece critica la televisione, e spiega come sia diventato difficile oggi farla:

«È difficile fare la TV oggi, è molto cambiata, perché è come se la politica si fosse sostituita all’intrattenimento. Una volta si tornava a casa per vedere un film o un varietà, oggi per vedere al contrario le tribune politiche. Così i veri artisti cosa fanno? Grazie a Maria De Filippi o a programmi come Zelig o Colorado escono fuori nuovi artisti, ma l’intrattenimento è fatto sempre dagli stessi, dai meno giovani e poi ci si scopiazza tutti».

Ecco il trailer del film, nelle sale da venerdì:

Fonte: Ansa