Le nail art fai da te sono sempre le migliori: non si spendono troppi soldi per farsele fare e, soprattutto, ognuna può dare sfogo alla propria creatività. Super colorate oppure classiche, sarà perché ci si mette di grande impegno, ma le unghie DIY (do it yourself, o fai da te) riescono a regalare grandi soddisfazioni, specie perché si può finalmente dire: “L’ho fatta io”. Basta un po’ di pratica per diventare in grado di creare effetti anche elaborati.

Dato che sono “do it yourself”, per ricrearle bisogna recuperare diversi accessori tra cui dotter, pennellini fini, spugnette – come quelle triangolari che si usano per stendere il fondotinta – scotch, colla per unghie con pinzette e nail tape.

C’è un fattore più che fondamentale prima di cominciare ad applicare qualsiasi tipo di smalto: togliere eventuali residui di smalto con un po’ di acetone per poi levigare e limare le unghie, togliendo le pellicine con un rimuovi cuticole. A questo punto basterà applicare un velo di base coat – indispensabile per proteggere le proprie unghie da eventuali smalti aggressivi – e siete pronte per partire con la nail art desiderata.

Animalier

Dal finish sempre elegante, l’effetto animalier è uno dei più gettonati per una nail art, soprattutto in quelle fai da te perché estremamente facili da ricreare. Servirà solamente un pennellino fine o, più reperibile, un semplice stuzzicadenti.

Zebrato: per ricreare l’effetto zebrato serviranno due colori, uno più chiaro, per la base, e uno più scuro, per creare l’effetto. Cominciate con lo stendere la base e fatela asciugare. Per ricreare l’effetto zebrato basterà eseguire delle righe irregolari che partono dai lati dell’unghia, come una sorta di rametti. Una volta fatta asciugare la nail art, concludete con una passata di top coat per fissare il lavoro. Per un look più classico si può dipingere solamente al naturale, mentre, per un look più eccentrico, si può estendere la nail art su tutte le unghie.

Leopardato: per creare questo look serviranno due colori differenti, uno più chiaro e uno più scuro (in genere il nero). Dopo aver dato una passata con il colore desiderato, iniziate con il colore più chiaro disegnando delle chiazzette sull’unghia – di dimensioni diverse – utilizzando un pennellino fine oppure un semplice stuzzicadenti. Una volta asciugate, prendete il colore più scuro e disegnate delle “C” o dei semplici tratti attorno alle macchiette, ottenendo così l’effetto leopardato. Una volta lasciato asciugare il tutto, passate un velo di top coat per fissare il tutto.

Newspaper Nails

Tra le nail art più facili, nonché anche originali, ecco che spunta quella con la stampa del giornale. Per realizzarla, basterà munirsi di un vecchio giornale, intagliandone delle striscioline più o meno della forma dell’unghia, lasciando uno spazio per il lungo.

Una volta stesa la base e il colore desiderato – da evitare colori glitterati o troppo scuri, dato che i caratteri stampati sono in nero – lasciando asciugare il tutto, immergere le striscioline (o le unghie), una per volta, in una ciotolina con dell’alcool all’interno (anche quello nel reparto liquori al supermercato) e andate a posizionare la strisciolina sull’unghia premendo per pochi secondi.

Una volta tolta lentamente, lasciate asciugare per qualche secondo e finite la nail art con una passata di top coat per fissare il tutto.

Effetto sfumato

Una delle nail art rivelazione degli ultimi anni è quella con effetto sfumato. Eseguirla è abbastanza semplice e basterà, oltre ad almeno due colori che possano sfumarsi tra loro (esempio: rosa chiaro e fucsia), una piccola spugnetta – come quella triangolare utilizzata in genere per stendere il fondotinta liquido – e uno stuzzicadenti.

Dopo aver steso una base sulle unghie, andate a stendere i due colori scelti in abbondanza su una superficie (un piatto di plastica o un pezzo di pellicola trasparente da cucina) creando dei mini tratti. Una volta uniti i bordi dei due colori, prelevate con la spugnetta e applicate sull’unghia scelta, facendo una leggera pressione, e poi lasciate andare.

Una volta ottenuto il risultato desiderato, lasciate asciugare il tutto e poi applicare una passata di top coat. Per un look più strong si può estendere questa nail art su tutte le unghie, oppure potete limitarvi al solo anulare.

Water Marble

La tecnica marble è una delle nail art DIY tra le più ostiche da ricreare perché non sempre si ottiene il risultato desiderato. Per un look più sobrio, si può eseguire su una sola unghia, l’anulare, mentre sulle restanti dita si può optare per una french manicure o, semplicemente, una tonalità di smalto.

Partite stendendo una passata di smalto bianco sull’unghia desiderata e, una volta asciugata, preparate il necessario per la marble art. Serviranno un bicchiere d’acqua, uno stuzzicadenti, un cotton fioc e dello scotch. Avvolgete il dito con due pezzi di scotch – uno alla base dell’unghia e l’altro che faccia il giro, proteggendone i lati – e scegliete due colori di smalto cominciando a far cadere delle gocce una dopo l’altra in modo da formare dei cerchi concentrici. Velocemente, realizzate la forma desiderata con lo stuzzicadenti – esempio: quella a fiore, per la quale basterà tirare più volte verso l’interno il penultimo cerchio esterno – e poi, appoggiandovi l’unghia sopra, immergetela nell’acqua. Qui, una volta soffiato per far asciugare lo smalto in eccesso, toglietelo con un cotton fioc.

Una volta rimosso tutto lo smalto in eccesso, togliete il dito dall’acqua e fate asciugare il tutto per una buona mezzora. Una volta asciutto alla perfezione, togliete lo scotch e, per correggere poi le varie fuoriuscite di smalto, utilizzate del semplice cotton fioc imbevuto nel solvente per unghie o, per essere più precise, una penna levasmalto. Finite la nail art con una bella passata di top coat per fissare il tutto.

photo credit: Lelê Breveglieri via photopin cc