Natale 2011 è ormai alle porte: tra le idee regalo più popolari, ma anche più gradite, c’è sicuramente il cesto natalizio. Tradizionalmente pieno di prelibatezze gastronomiche, dolci e vini, verrà ancora più apprezzato se confezionato personalmente da chi lo offre: quando, infatti, si ha un po’ di tempo e buona volontà a disposizione, le ceste natalizie “fai da te” daranno un tocco di personalità e calore, oltre che un aiuto al portafogli.

Le ceste di Natale 2011 confezionate a mano, danno la possibilità di presentare un regalo mirato e gradito, rispetto a quelle semplicemente comprate al supermercato, poiché offrono l’opportunità di personalizzare al massimo il dono. Ecco alcune idee per un cesto originale e adatto a tutte le tasche.

Innanzitutto va scelto il contenitore: il classico cesto di vimini, possibilmente recuperato da qualche Natale precedente o comprato presso un mercatino natalizio, dovrà essere adeguato al numero di articoli che si vorranno inserire, per non rischiare di sembrare troppo vuoto o troppo confusionario. Altri elementi indispensabili al confezionamento delle ceste di Natale: per adagiare i doni e per evitare danni, può essere utile la paglia che separa la frutta all’interno delle cassette ortofrutticole, oppure quella che si utilizza nel presepe o, ancora, in alternativa, va benissimo della carta (meglio se di giornale) proveniente da un distruggi documenti. Inoltre, non vanno dimenticati il foglio di plastica per richiudere il tutto, acquistabile in cartoleria, e un bel fiocco, meglio se di raso.

Le classiche ceste di Natale prevedono salumi, zampone o cotechino, vini, cioccolati, panettone e datteri, ma si può “osare” aggiungendo o sostituendo alcuni articoli con altri biologici e/o a chilometro zero: salumi, formaggi e altri prodotti tipici saranno particolarmente apprezzati se, ad esempio, il cesto è destinato a qualcuno che abita in un’altra regione, ma non solo. Il massimo sarebbe inserire qualche prodotto interamente fatto a mano da chi confeziona il cesto: marmellate, biscotti, limoncello ma anche piccoli doni di altro genere come lavoretti all’uncinetto, collanine, scatole o piatti decorati: si risparmierà e si offriranno doni veramente speciali e unici.

Se il budget non è molto elevato, oltre ai prodotti fatti in casa e a chilometro zero, si possono aggiungere degli articoli non eccessivamente cari, ma comunque utili in casa, come la frutta secca, l’olio, i funghi, il caffè, le noccioline, il torrone, o, andando sul classico, l’occorrente indispensabile per una cena di Natale. Anche qui, comprare i prodotti singolarmente sarà più economico rispetto a una cesto natalizio preconfezionato.

Una cesta di Natale equo-solidale può essere una gran bella idea regalo: non solo prodotti culinari ma anche idee per la casa e per la cura del corpo che permettono di sostenere uno sviluppo più equo dei paesi più poveri. Una bella idea, per chi ha a cuore le questioni sociali, può anche essere quella di aggiungere qualche gadget proveniente da associazioni no-profit. Utile anche l’aggiunta di qualche buon libro: dal romanzo impegnato al comico con un occhio particolare ai libri di ricette, molto apprezzati specialmente in un periodo come quello natalizio, che prevede numerose cene.

Per un Natale ancor più caldo, perché non creare delle ceste seguendo il tema delle spezie? Dai sacchettini profumati ai prodotti per la cura del corpo, il profumo d’oriente renderà il dono ancora più magico. Se poi si vuole stupire e non si bada a spese, oltre ai grandi vini e ai prodotti di qualità, non bisogna dimenticare un buon panettone artigianale. Un’idea regalo in più potrebbe essere quella di aggiungere altri regali tendenzialmente costosi, come macchine fotografiche o altri prodotti tecnologici, o particolarmente utili, come le ricariche telefoniche.

Altre decorazioni aggiuntive potrebbero essere delle stelline colorate e ritagliate a mano (magari dai bambini presenti in casa), delle pietruzze colorate o qualche fiore artificiale per dare un tocco di colore alle ceste e per ricreare ancor di più la magia del Natale 2011. Per avere un grande effetto visivo, però, occhio ad abbinare i colori in maniera omogenea. Indispensabile, infine, prima di chiudere il tutto, un bel biglietto d’auguri: anche qui, la cura dimostrata nella preparazione farà sicuramente apprezzare di più il dono.