Il prossimo 14 aprile prenotate un posto al cinema per vedere il film “Nemiche per la pelle” che, distribuito da Good Film, vede protagoniste Margherita Buy e Claudia Gerini, nei panni di due donne completamente opposte che si trovano a gestire un’eredità importante: Paolo Junior, il figlio del loro ex marito avuto non si sa da chi.

In 92 minuti, tanto dura la storia, si assiste a una commedia leggera, intelligente e ben riuscita scritta, pensata dalla stessa Margherita Buy tanto tempo fa e arrivata sul grande schermo grazie alla produttrice Donatella Botti che ha spinto l’attrice a tirarla fuori dal cassetto, affidando il tutto a due bravissime scenggiatrici, Doriana Leondef e Francesca Manieri, e alla regia di Luca Lucini.

Galleria di immagini: Nemiche per la pelle, foto

Nemiche per la pelle: la trama

Due donne, Lucia (Margherita Buy) e Fabiola (Claudia Gerini), ambedue inadeguate alla maternità e completamente diverse per lo stile di vita e il carattere, si conoscono da anni e per anni si sono contese l’amore di Paolo, ex marito di Lucia e poi di Fabiola. Alla sua morte di Paolo, l’amico e avvocato Stefano (Paolo Calabresi), anche gestore delle finanze di Fabiola, legge loro una lettera in cui il defundo invita le due donne a prendersi cura di Paolo Junior, il figlio avuto da un’altra donna. Poco alla volta il bambino conquista le due donne facendo scoprire loro la bellezza della maternità. Ma la nuova vita da “mamme” va protetta nel momento in cui viene sottratto loro il bambino. Cosa saranno disposte a fare pur di ottenerne l’affido?

Nemiche per la pelle: 5 motivi per vederlo al cinema

Il film ruota tutto intorno alla parola più amata dagli italiani: famiglia. Cosa insegna il film? Come si legge in una nota, insegna che “la famiglia è un posto di amore e che la si può anche scegliere. Ci sono tanti bambini nel mondo che hanno bisogno di affetto e che l’Italia, purtroppo, ha troppe regole e leggi rigide per l’adozione“. Il film brilla per l’interpretazione delle due protagoniste che mostrano due tipologie di donne in cui molte di noi si riconosceranno.

Noi abbiamo scelto 5 motivi per cui andare al cinema a vedere “Nemiche per la pelle”.

  1. Il film è tutto al femminile: dalla produttrice alle sceneggiatrici alle attrici. Solo in un altro caso a Margherita Buy era successo di essere protagonista di un film così “rosa”: in “Io e Lei” di Maria Sole Tognazzi.
  2. Per Andrea Bosca. Il giovane fidanzato “toy boy” di Margherita Buy compare poco, ma illumina la scena.
  3. Per l’essere sopra le righe di Claudia Gerini, una agente immobiliare arrivista, amante dei tacchi alti e sempre perfetta in tailleur attillati.
  4. Per le solite nevrosi a cui Margherita Buy ci ha abituati e per il ruolo che interpreta: una psicologa per animali amante dei sandali bassi e di vestiti che non fasciano.
  5. Per il piccolo Paolo Junior che conquista con il sorriso e che si diverte a vivere le due vite diverse delle sue due mamme facendo loro scoprire quanto emozionante sia essere madre e quanto un bambino possa cambiare delle vite che fino ad allora erano vuote.