Nicole Barr ha soli tredici anni ma può essere definita a pieno titolo un vero e proprio piccolo genio. La ragazza appartiene ad una comunità rom di una piccola cittadina alla periferia di Londra, quindi vive in una roulotte e, fin da piccola, ha dimostrato di essere molto avanti rispetto ai suoi coetanei.

Basti pensare che a 2 anni risolveva già difficili problemi matematici, a 10 se la cavava tranquillamente con l’algebra più complessa e lei stessa ha raccontato ad un giornale locale aneddoti che confermano le sue speciali abilità:

Ricordo che quando ero alle elementari e facevo l’angelo in una recita scolastica, una compagna di classe non si presentò e io ho imparato tutte le sue battute.

Date le sue peculiari caratteristiche, Nicole si è così sottoposta sotto consiglio del padre al test per il Quoziente intellettivo, rimanendo esterrefatta da un risultato pari a 162, quindi superiore addirittura a quello di Einstein e del fisico, matematico e astrofisico Stephen Hawking. Grazie ad un punteggio tanto alto la ragazza si è così guadagnata automaticamente un posto al “Mensa“, l’associazione che raccoglie i 110mila geni sparsi per il mondo, così come la portavoce Ann Clarkson ha spiegato al “Daily Mirror“:

Il quoziente intellettivo di Nicole la colloca comodamente all’interno dell’1% della popolazione.

Con delle qualità del genere il piccolo genio farà di sicuro molta strada e già da adesso è contesa dalle università più prestigiose tanto che, nonostante la sua giovane età, Oxford l’ha invitata a visitare l’intera struttura, pagandole interamente il viaggio.