L’Oceania è una delle mete più ambite e desiderate dai viaggiatori di tutto il mondo. Australia, Nuova Zelanda, Polinesia, Micronesia e Melanesia sono i continenti che la formano, ognuno caratterizzato da un fascino e delle attrattive da togliere il fiato.

Distante poco più di un centinaio di chilometri dall’Australia, la Papua Nuova Guinea è un paese quasi interamente popolato da gruppi indigeni, di cui il più numeroso è quello dei papuani. Il paesaggio naturale dello stato è sostanzialmente rimasto invariato nel corso degli ultimi secoli, e un viaggio alla scoperta della natura incontaminata di questo paese potrebbe trasformarsi in un’esperienza unica per l’Oceania.

Galleria di immagini: Oceania

La Tari Valley è una delle tappe imperdibili, con le 13 specie di Uccello del Paradiso che la popolano e le suggestive fioriture di centinaia di specie di orchidee multicolore. Affascinante entrare in contatto con la popolazione Huli, sul territorio da più di 600 anni, e con i loro usi e costumi. Gli uomini di questa tribù sono soliti dipingersi il viso con colore sgargianti, come il giallo e il rosso, e acconciarsi i capelli in modo molto vistoso; per gli Huli la testa è la sede dell’anima, per questo deve essere messa in evidenza in modo anche molto vistoso.

Particolarmente presenti sul territorio della Nuova Zelanda, i Maori si ritrovano ogni febbraio nel piccolo centro di Waitangi per la commemorazione del trattato tra l’Impero Britannico e i capi Maori che nel 1840 pose fine ai conflitti tra europei e indigeni. Il trattato fu firmato da William Hobson e ben 40 capi di tribù Maori. La celebrazione è un’occasione unica per vedere da vicino le usanze di questa popolazione e, perché no, impararle. Celebre in tutto il mondo è la famosa haka, la danza resa famosa dalla nazionale di rugby degli All Blacks.

Spettacolo imperdibile in Australia quello della migrazione delle tartarughe verdi verso la Raine Island nel nord della Barriera Corallina per depositare le uova. Uno spettacolo suggestivo che però deve essere guidato da esperti. Questo tratto di mare è infatti off-limits e protetto, e solo lavorare per il team del famoso scienziato Richard Fitzpatrick vi potrà permettere di osservare da vicino al fenomeno. Otto giorni a stretto contatto con la natura tramite l’associazione Marine Encounters che da anni organizza queste visite guidate.

Centinaia di chilometri a sud dell’Oceania si trovata l’Antartide, per molti solo una sterminata distesa di ghiaccio senza fine. Ma il 14 dicembre di quest’anno si celebrerà il centesimo anniversario dell’arrivo nell’area dell’esploratore norvegese Roald Amundsen, e potrebbe essere una buona occasione per cambiare idea. La Polar Explores, che da quindici anni guida spedizioni sia al Polo Sud che al Polo Nord, ha organizzato dei voli charter dal Cile per raggiungere l’Antartide per poi percorrerne una parte sugli sci. Un’esperienza di otto giorni dedicata a chi non teme il freddo e il ghiaccio.

Fonte: Travel National Geographic.