Baciarsi, si sa, è il gesto più intimo e solitamente più appassionato che due individui possano scambiarsi: ma vi siete mai chieste perché chiudiamo gli occhi quando baciamo?

Le più romantiche penseranno certamente che sia l’impeto della passione a indurci a lasciarci andare nelle braccia del partner, abbandonandoci completamente a lui ad occhi chiusi.

La spiegazione tuttavia arriva oggi dalla scienza e, a dispetto di quello che abbiamo sempre pensato, sembrerebbe non avere molto a che fare con il romanticismo o lo slancio passionale.

È stato infatti uno studio condotto dagli psicologi della Royal Holloway University a dimostrare come il gesto istintivo di chiudere gli occhi quando ci baciamo sia da ricondurre a una specie di sovraccarico sensoriale.

In altre parole sarebbe difficile per noi riuscire a gestire troppi stimoli sensoriali contemporaneamente: la sensazione fisica del bacio quindi ci induce a “rinunciare” al dato visivo. Se ci concertassimo su quello che vedono i nostri occhi, vivremmo meno intensamente lo stimolo percettivo derivato dal piacere del bacio.

Lo studio pubblicato sul Journal of Experimental Psychology ha analizzato la reazione di diversi soggetti sottoposti contemporaneamente a stimoli visivi e tattili. I 16 volontari avevano il compito di riconoscere delle lettere in diversi contesti, mentre venivano sottoposti a stimoli fisici come semplici vibrazioni. L’esperimento ha dimostrato che il campo visivo prende il sopravvento su quello tattile e questo spiegherebbe perché, per godere appieno del piacere di un bacio, risulti necessario chiudere gli occhi.

La nostra ricerca ha dimostrato che una maggiore esposizione agli stimoli visivi riduce la sensibilità delle persone agli stimoli tattili“, ha osservato Polly Dalton, una delle ricercatrici coinvolte nel singolare studio, “questo implica che riducendo gli stimoli visivi, per esempio chiudendo gli occhi, si può alimentare la percezione tattile e questa potrebbe essere una delle ragioni per cui le persone chiudono gli occhi quando si baciano“.

Forse, in ogni caso, per qualcuna di noi sarà sempre più bello continuare a credere si tratti di semplice passione e puro romanticismo.