La cucina italiana è famosa in tutto il mondo per la sua bontà e per la varietà di profumi e sapori che offre. Ogni regione propone una quantità incredibile di ricette differenti, tutte squisite e preparate spesso con gli ingredienti del luogo. Provarle tutte sarebbe quasi impossibile, ma alcuni piatti vanno assaggiati, per forza, almeno una volta nella vita!

Ecco le 5 ricette italiane da provare tassativamente:

Trenette al pesto (Liguria): occorrono trenette, pesto (anche già pronto va benissimo), fagiolini verdi e un paio di patate. Basta sbollentare le patate a pezzettini con i fagiolini tagliati. Contemporaneamente far bollire le trenette. Scolare la pasta al dente e unire pesto, verure e un mestolo d’acqua di cottura.

Spaghetti all’amatriciana (Lazio): qui servono spaghetti, vino bianco secco, guanciale, pomodori pelati, pepe o peperoncino, pecorino. Rosolare il pepe o il peperoncino in padella con l’olio extra vergine di oliva e il guanciale tagliato a pezzetti. Sfumare con il vino e unire i pomodori tagliati fini, aggiustare di sale. A parte fare gli spaghetti, scolarli al dente e poi versarli nella padella del condimento e cuocere tutto a fuoco vivo per un paio di minuti amalgamando con il pecorino.

Sagne e fagioli (Abruzzo): gli ingredienti necessari sono le sagne, i fagioli, la pancetta, l’alloro, l’olio extravergine di oliva, la passata di pomodoro. Per preparare le sagne sono necessari 500 grammi di farina, acqua e sale: impastate fino a quando la massa avrà una consistenza dura e omogenea, quindi stendere con il mattarello e tagliare delle striscioline lunghe circa 3 cm e larghe 1 cm. Per il condimento soffriggere olio e pancetta, aggiungere la passata di pomodoro, il sale e l’alloro, ed infine unire i fagioli.

Lasagne emiliane (Emilia Romagna): occorrono 400 grammi di macinato di manzo, 150 grammi di passata di pomodoro, cipolla, carota, sedano, un bicchiere di vino bianco secco, 50 grammi di pancetta dolce, besciamella, sfoglie di pasta all’uovo (circa 500 g). Soffriggere la cipolla e l’olio, poi aggiungere la pancetta, la carota, il sedano e infine la carne. Rosolare la carne a fuoco vivo e quando ben sgranata sfumare con il vino, aggiungere la passata di pomodoro, aggiustare di sale e pepe, mettere a fuoco lento e cuocere con coperchio per almeno 2 ore. A parte bisogna bollire l’acqua e scottare per 30 secondi le sfoglie che andranno poi poste in una teglia rettangolare. Preparare degli starti ricoprendo ogni sfoglia con dei cucchiai di besciamella e salsa di pomodoro e una spolverata di parmigiano fino a terminare gli ingredienti. Infornate per 30 minuti circa a 180 gradi e buon appetito!

Maltagliate gamberi e zucchine: questa ricetta per 4 persone si prepara con 400 grammi di maltagliate, 300 grammi di gamberetti, 2 zucchine, un bicchiere di vino bianco, una noce di butto, 600 grammi di pomodori maturi, peperoncino, prezzemolo, sale. Tagliate le zucchine a dischi cuocerle in una padella con olio e vino bianco per 15 minuti. Aggiungete i pomodori e continuare a cuocere per altri 5-10 minuti. A parte fate scottare i gamberetti in acqua salata. Sgusciate i gamberetti e uniteli al sugo con il peperoncino. Cuocete le maltagliate, scolatele al dente e poi saltatele nella stessa padella del condimento. Infine spolverate con il prezzemolo.

photo credit: JaBB via photopin cc