Fare fitness in spiaggia è un metodo utile e divertente per continuare a mantenersi in forma durante l’estate e non perdere così i risultati raggiunti dopo un anno di palestra e sacrifici, e il tutto all’aria aperta e in allegria. Ecco la playagym.

Prima di iniziare con l’allenamento occorre assaporare tutti i benefici che la spiaggia arreca all’organismo: il sole, l’aria, l’acqua, sono tutti elementi che contribuiscono a migliorare il proprio stato di salute. Lo iodio presente nell’aria marina ad esempio aiuta a far funzionare meglio la tiroide e quindi accelera il metabolismo.

L’acqua del mare svolge un’azione tonificante simile a quella dell’idromassaggio mentre il sole si sa è energia vitale, stimola la produzione di vitamina d e favorisce il buonumore. Ecco l’ambiente ideale per fare un po’ di fitness.

Per iniziare una bella corsa sulla spiaggia è l’ideale per tonificare i muscoli di gambe e glutei riducendo il rischio di infiammazioni muscolo-tendinee grazie alla superficie morbida. Partire con un allenamento di 10 minuti di corsa alternati a una camminata per poi aumentare i tempi giorno dopo giorno.

Se si vogliono ottimizzare gli effetti si può abbinare al jogging l’acqua running ovvero la corsetta nel mare che rassoda glutei, gambe e addominali sfruttando la resistenza della massa di acqua e contemporaneamente donando una sensazione di freschezza e benessere. Se invece di correre si eseguono dei veloci scatti in acqua bassa, l’acqua sprint, si allenano forza muscolare e rapidità.

Per tonificare le braccia immerse in acqua fino al busto, tenere le braccia lungo i fianchi con le mani aperte, flettere l’avambraccio tenendo fermi i gomiti e spingere l’acqua verso le spalle. Proseguire portando il palmo della mano verso il basso e spingendo l’acqua per tornare alla posizione iniziale.

Uscite dall’acqua il fitness non è terminato, si passa agli esercizi sul bagnasciuga. Per tonificare i muscoli delle gambe sdraiatevi a pancia in su, flettete la gamba destra e portatela fino al petto tenendo il ginocchio con le mani. Mantenete la posizione per almeno 10 secondi poi eseguite con l’altra gamba. Ripetere per 7 volte ogni gamba.

Per terminare niente di meglio che un po’ di stretching con l’aiuto dell’asciugamano da mare. Dalla posizione supina a pancia in su e con le gambe piegate, poggiare i piedi a terra e stendere le braccia lungo i fianchi. Mettere tra le gambe un asciugamano arrotolato ed espirando, stringere forte l’asciugamano mantenendo la contrazione per 30 secondi. Ripetere l’esercizio 3 volte.