Prosegue la campagna promozionale virale per “Prometheus”, il nuovo film di Ridley Scott, in uscita a giugno negli Stati Uniti e il 14 settembre in Italia. Il film riprende la mitologia del cult “Alien”, configurandosi come una sorta di suo prequel.

C’è grande attesa per “Prometheus”, e la campagna virale orchestrata da Ridley Scott e soci non fa che aumentarla.

Galleria di immagini: Prometheus, immagini ufficiali

Il primo video, uscito il mese scorso, era incentrato su Peter Weyland, il guru della Weyland Corporation, industria biotecnologica che diventerà parte della malvagia Weyland-Yutani nella quadrilogia di “Alien”. Parallelamente è stato diffuso il sito della Weyland, che si arricchisce di dettagli man mano che la campagna virale va avanti. Protagonista della nuova clip è invece l’androide David, creatura di ultima generazione della Weyland Corporation, nel film interpretato da Michael Fassbender.

Il curatissimo video è costruito come un’autopresentazione di David, ultima frontiera della robotica di ottava generazione, androide praticamente indistinguibile dagli esseri umani, capace di comprendere e trasmettere le emozioni umane pur senza provarle: l’obiettivo di David è l’efficienza, la capacità di portare a termine ogni tipo di azione che gli viene ordinata, anche quelle che l’uomo potrebbe trovare immorali.

D’altro canto la sua intelligenza artificiale gli permette di interagire al meglio con gli umani, e persino di pensare e capire che concetti come “guerra”, “povertà”, “crudeltà”, “violenza innecessaria” sono tristi. Il logo della Weyland Corporation è impiantato come brand anche sul dito di David. L’acronimo della divisione TIPE riassume la filosofia della Weyland: technological, intellectual, physical, emotional.

In attesa di nuovi video che svelino altri dettagli sulla mitologia di “Prometheus”, buon compleanno e ben arrivato sui nostri schermi, David.

Fonte: Badtaste