Il solista” è una commedia diretta da Joe Wright, con Robert Downey Jr. e Jamie Foxx, che debutta nei cinema oggi 23 luglio.

Il film è tratto dall’omonimo romanzo scritto da Steve Lopez, un redattore del L.A. Times, e racconta del suo incontro con Nathaniel Ayers, un musicista ammalato di schizofrenia che vive per le strade di Los Angeles. “Il solista” racconta la storia di un’amicizia speciale, di due uomini soli che collezionano disavventure e sogni infranti.

Steve Lopez (Robert Downey Jr.) è un rinomato redattore del Los Angeles Times. Divorziato e solo, egli è sempre alla ricerca di nuove storie per il suo giornale.

Un giorno, per caso, incontra un senzatetto che suona magnificamente un violino, nonostante questi abbia solo due corde. Nathaniel Ayers Junior (Jamie Foxx) è un malato schizofrenico, dotato di un enorme talento musicale, che suona fin da quando era bambino. Con la sua musica riesce a sovrastare i rumori della città creando un’idilliaca oasi di pace nella frenesia metropolitana.

Steve, affascinato dalla passione per la musica di Nathaniel, decide di raccontare la sua storia. Tra i due nascerà un’amicizia particolare: entrambi si rispecchieranno nella vita dell’altro, imparando e comprendendo meglio le loro stesse vite.

Il regista Joe Wright (“Orgoglio e Pregiudizio”) racconta una storia vera e profonda, descrivendo il mondo dei senzatetto americani. Considerati reietti e abbandonati a loro stessi, i senzatetto cercano di sopravvivere dinanzi all’indifferenza della società. I politici e i poliziotti cercano con la violenza di “ripulire” le strade, mentre nessuno si preoccupa del fatto che i senzatetto siano persone, ognuna con una storia da raccontare.

Il regista cerca, con lirismo e poesia, di descrivere l’importanza della musica per Nathaniel: quando la musica si libera nell’aria, intorno tutto tace e i gabbiani si possono liberare in volo.

Nonostante i buoni propositi del regista, il film però non riesce a focalizzare e centrare il problema, il cuore della storia. La trama spesso sembra complicarsi inutilmente, mentre personaggi diversi e minori affollano la scena distraendo la logica narrativa.

Il film risulta un buon prodotto cinematografico grazie soprattutto all’interpretazione di attori di calibro, quali Robert Downey Jr. e Jamie Foxx. Del cast fanno parte anche Catherine Keener, Tom Hollander, Stephen Root, Justin Martin, Rachael Harris, Robyn Jean Springer, Lisa Gay Hamilton e Angela Featherstone.