Arriva sugli schermi cinematografici italiani il 3 marzo 2016 “Regali da uno sconosciuto – The Gift”, il thriller psicologico distribuito da Koch Media Italia, scritto, diretto e interpretato da Joel Edgerton, che promette inquietanti emozioni sul filone di grandi successi ormai diventati classici come “Gone Girl”, “A letto con il nemico” e “Il cacciatore di donne”.

L’idea cara al genere, infatti, è quella della famiglia con un rapporto apparentemente felice e sereno, ma nelle cui crepe si insinua il dubbio a causa di un elemento esterno pronto a sconvolgerne la routine. La sceneggiatura di Edgerton, in questo senso, è estremamente efficace: uno degli aspetti più inquietanti del film è il saper creare da subito un senso di disagio, ma senza far comprendere da cosa derivi; la storia, poi, prende direzioni inaspettate.

Regali da uno sconosciuto – The Gift, la trama

Al centro del film la domanda: si pensa sempre di aver chiuso con il passato, ma se il passato non avesse chiuso con te? Simon (Jason Bateman) e Robyn (Rebecca Hall) sono una giovane coppia di sposi la cui vita procede tranquillamente fino a quando un incontro casuale con un conoscente di Simon getta la loro vita in una spirale di esperienze sconvolgenti. All’inizio Simon non riconosce Gordo (Joel Edgerton) ma, dopo una serie di incontri indesiderati e regali misteriosi dai significati inquietanti, un orribile segreto riemerge dal passato dopo oltre vent’anni. Quando scopre l’inquietante verità su ciò che è accaduto tra Simon e Gordo, Robyn comincia a porsi delle domande: quanto conosciamo realmente le persone più vicine a noi e ci si può davvero lasciare il passato alle spalle?

Regali da uno sconosciuto – The Gift, i personaggi

  • Simon è un uomo di successo, lavora per una grande compagnia, ha appena ottenuto il trasferimento in uno splendido ufficio e, forse, è pronto per scalare l’azienda. Innamoratissimo della moglie Robyn, la coccola e la protegge, ma quando il suo ex compagno di scuola Gordo ricompare nella sua vita, lui sembra molto turbato da questa presenza invadente. A interpretare lo sfaccettato personaggio di Simon è Jason Bateman, attore statunitense che si divide tra cinema e tv, tra film drammatici e commedie come “Due cuori e una provetta”, con Jennifer Aniston.
  • Robyn, vera protagonista del thriller, con i suoi desideri, le sue paure e la voglia di scoprire la verità su una faccenda inizialmente solo bizzarra ma che diventa sempre più inquietante e personale, ha il volto di Rebecca Hall. L’attrice è passata dal battesimo sui palchi dei teatri inglesi alla collaborazione con Woody Allen: sotto la sua direzione in “Vicky Cristina Barcelona”, l’attrice ha guadagnato anche una nomination ai Golden Globes.
  • Gordo, lo strano amico ricomparso dal passato di Simon, è molto gentile con la coppia, specialmente con Robyn, che riempie di regali che compaiono misteriosamente davanti alla porta di casa. La sua bizzarria e le sue attenzioni, però, a lungo andare diventano un peso nella quotidianità di marito e moglie. È Joel Edgerton a interpretarlo, attore e produttore australiano di esperienza ventennale, che firma anche la regia e la sceneggiatura della pellicola.
Galleria di immagini: Regali da uno sconosciuto - The Gift, le immagini

Regali da uno sconosciuto – The Gift, il rapporto di coppia

Rendersi conto di non conoscere davvero l’uomo che abbiamo accanto, di non condividere o capire i pensieri di chi dorme con noi tutte le notti, di non sapere tutto del suo passato è uno dei temi più inquietanti sviscerati dal film.

In “Regali da uno sconosciuto – The Gift”, infatti, il rapporto di coppia è messo a dura prova da una terza parte che introduce il dubbio, l’insicurezza, il sospetto di bugie e di un passato misterioso che ritorna e costringe a fare i conti con rimorso e rimpianto.

Del resto una convivenza, un matrimonio, un rapporto si fondano prima di tutto sulla fiducia, poi sulla conoscenza e sull’immagine che si ha dell’altro e della coppia: basta che un gesto non corrisponda a questa idea per farci rivedere tutte le opinioni, basta una bugia per far crollare ogni certezza. Su questa sottile linea in bilico tra fiducia nel presente e le ombre del passato cammina il rapporto di coppia tra Simon e Robyn, ma le sorprese e i risvolti inaspettati, come in ogni buon thriller che si rispetti, sono sempre in agguato.

E se per il prestigioso The Hollywood Reporter, la pellicola “evoca Hitchcock e Attrazione fatale”, è il re del Brivido Stephen King a parlare di “un gioiello di suspence. I regali, di solito, sono ben accetti, sorprese desiderate: per scoprire quanto, invece, possano essere sgraditi e inquietanti bisogna attendere l’arrivo nei cinema il prossimo 3 marzo di “Regali da uno sconosciuto – The Gift”.

Pubbliredazionale