Estate, tempo di vacanze, riposo e relax, ma purtroppo anche il momento ideale per le zanzare le cui punture accompagnano spesso le serate all’aperto. Ci sono però diversi rimedi naturali utili a alleviare il prurito e il fastidio causato dalle punture di zanzara e qualche consiglio per prevenire il problema.

Innanzitutto, usiamo la citronella sia in candele profumate che in oli essenziali, o ancora direttamente come pianta: sarà utile a prevenire le punture di questi insetti e a far sì che le nostre vacanze estive non vengano insidiate dal fastidio causato dal prurito. Ottima anche la lavanda o un piatto piano riempito di aceto con l’aggiunta di alcune fette di limone.

Tra i rimedi naturali per alleviare il dolore e la fastidiosa sensazione di prurito dovuto alle punture di zanzara, usiamo l’olio essenziale di calendula, il gel contenuto nelle foglie di aloe vera o il miele, da usare sulle parti lese anche in combinazione con il bicarbonato di sodio.

È poi possibile applicare sulla puntura acqua e sale o l’olio essenziale di melaeuca, o ancora il ghiaccio (non sulla pelle ma su un panno di cotone): aiuteranno a diminuire il prurito. Meglio evitare l’ammoniaca e il limone, indicati spesso come miracolosi toccasana contro il prurito derivante dalla puntura di zanzara, ma che hanno importanti controindicazioni quali ad esempio una possibile ustione alla pelle.

Insomma semplici rimedi naturali che ormai chiunque possiede in casa propria ma che potrebbero rendere le nostre serate, e notti, estive più piacevoli. Il primo consiglio da seguire è comunque sempre quello che riguarda la prevenzione del problema, così da evitare direttamente qualsiasi possibile puntura: si ricorda che in commercio esistono diverse soluzioni utili a proteggere la propria pelle dalle zanzare, sia quelle “classiche” che quelle tigre. Sotto forma di spray da spruzzare sulla pelle (attenzione agli occhi e alle parti sensibili), costituiscono un’ottima alternativa ai rimedi naturali.