Stanco delle telefonate dei giornalisti e un po’ nervosetto perché la Clerici ha omesso alcune parole del testo della sua canzone, durante la lettura sul palco dell’Ariston ieri sera, Morgan è felice di non aver partecipato a questo festival.

Dopo la prima serata del Festival della Canzone Italiana, Marco Castoldi, in arte Morgan, fa un bilancio negativo e sostiene:

Vedendo questo Festival sono contento di non esserci andato. Emanuele Filiberto è stato una vergogna. Quando l’ho sentito cantare (cantare?) ho nascosto la testa sotto il cuscino.

Forse questa deduzione deriva anche dall’ennesima delusione, arrivata ieri pomeriggio dalla sala stampa del festival, quando Gianmarco Mazzi ha dichiarato chiuso il capitolo Morgan.

Ieri sera, infatti, il cantante sarebbe dovuto salite sul palco dell’Ariston per presentare la sua canzone fuori gara. Ma, all’ultimo momento, la direzione di Rai Uno ha deciso di escluderlo definitivamente da qualsiasi apparizione televisiva connessa alla kermesse canora. La stessa Clerici, durante la diretta, ha affermato il proprio disappunto per questa esagerata punizione.

Niente competizione sanremese, niente esibizione fuori gara e l’amaro in bocca per un’artista di alti livelli che sostiene:

Sono inc… nero. Ma dico: stiamo scherzando? Carne da macello va bene, ma fino a un certo punto.

Calerà il sipario su questo caso? Sta di fatto che Morgan si sente sfruttato e preso in giro per tutta la vicenda, giudicata un mezzo per il tornaconto della produzione sanremese per catturare, ancora di più, l’attenzione sul festival.