La celiachia non deve essere invalidante. Anche i celiaci possono gustare ricette di alta qualità culinaria: si tratta solo di trovare gli ingredienti giusti, quelli con la spiga barrata, simbolo che contraddistingue gli alimenti senza glutine.

Pertanto, chi è affetto da celiachia non deve disperare: può gustare qualsiasi ricetta, solo che in versione gluten-free. I celiaci possono avvalersi di scaffali pieni di prodotti senza glutine sia in farmacia che nei supermercati: dalla pasta, alle fette biscottate, agli snack per la colazione, ormai è possibile trovare prodotti appositi in gran quantità e di varia qualità.

Tuttavia, se si desidera preparare qualcosa fatto in casa, ci si può avvalere delle farine, delle paste frolle, di lievito, zucchero e cacao in polvere rigorosamente senza glutine; inoltre è possibile trovare anche il latte vegetale con la spiga barrata. Tutto ciò significa che anche i celiaci possono godere del pane fresco appena sfornato o di una torta della nonna fatta in casa.

Le farine senza glutine ormai vengono prodotte da molteplici marchi: ma quelle che hanno un’equilibrata miscela di farina di riso e farina di mais sembrano essere le migliori, poiché sapore e consistenza finali sono praticamente uguali a quelli della farina di frumento. Si tratta di farine molto più delicate e leggere: con un po’ di pratica in breve le si potrà lavorare come si lavorano le farine di frumento.

Il pane senza glutine è molto buono e risulta più leggero del normale pane di frumento. Per il lievito non bisogna preoccuparsi: di solito le grandi marche di farina senza glutine inseriscono all’interno della confezione di farina una bustina di lievito secco. Altrimenti, si può consultare il prontuario dell’Aic per vedere quale marca di lievito è sicuramente senza glutine. Con 500 grammi di farina gluten-free, lievito, 30 grammi di olio di oliva, un pizzico di zucchero e di sale e 400 grammi di acqua tiepida è possibile preparare pane dall’ottimo sapore e della giusta consistenza. Se si acquista una macchina del pane non c’è bisogno di lavorare la pasta a mano: l’importante è che la pasta abbia una consistenza giusta, né troppo bagnata né troppo asciutta. La pasta del pane senza glutine tende a essere molto umida, quindi bisogna regolarsi a occhio nell’aggiunta di acqua.

Quando si saranno lavorati a dovere (con la macchina o con le mani) tutti gli ingredienti, bisogna lasciare riposare la pasta per un’ora. Si possono preparare forme di diversa natura, panini o pagnotte, e successivamente cuocere a 200 gradi in forno per un tempo che varia dai 20 ai quaranta minuti: dipende dalla grandezza del pane.

Anche preparare dolci senza glutine è semplicissimo: purché si usino ingredienti consentiti dal prontuario Aic o contrassegnati dalla spiga barrata. Per una torta al cioccolato occorre semplicemente seguire l’iter di una normale ricetta con farina di frumento e poi sostituirla con farina gluten-free. Importante è aggiungere a occhio il giusto quantitativo di farina: come già detto, quella senza glutine tende a creare impasti molto umidi, pertanto è importante operare un adeguato equilibrio tra liquidi e farina.

Con la pasta frolla senza glutine si possono realizzare delle girelle al cioccolato ideali per la prima colazione. Occorre prendere un panetto di pasta frolla, già pronto nei banchi frigo e con la spiga barrata, e stenderla con un matterello. Dopodiché bisogna tagliare la pasta a striscioline e iniziare ad arrotolarle, fino a ottenere una girella. A questo punto spingere nella pasta ancora molle scaglie di cioccolato precedentemente preparate. Infornare per venti minuti a 180 gradi.

Fonte: Melarossa.