C’è chi pensa che gli studi scientifici debbano rivolgersi a problematiche più importanti che alle relazioni di coppia. E in fondo non ha torto. Tenendo presente che ancora oggi non esistono cure per il cancro, per l’AIDS e per una serie di malattie genetiche e trasmissibili, forse la scienza dovrebbe indirizzarsi verso problematiche più importanti. In ogni caso, gli studi di coppia spesso risultano utili e doverosi, ma spesso sono circondati da altri completamente stupidi e senza senso. Eccone alcuni.

Uno studio di coppia dell’Università Radboud di Nijmegen in Olanda racconta, ad esempio, come gli uomini diventino stupidi in seguito dell’interazione con una donna. Se è vero che qualche uomo timido si possa sentire non troppo a proprio agio di fronte a una presenza femminile, questo studio risulta assurdo sotto molti punti di vista: sicuramente gli uomini possono essere distratti o presi da una donna che interessa loro, ma da qui a diventare poco intelligenti ne corre. Sembra quasi che certe survey siano create per dare risposte facili a quelle donne che credono che l’uomo sia il nemico. Nella guerra dei sessi perdono tutti, se alla fine non si fa l’amore.

Uno studio di OKCupido, un sito di incontri, afferma che chi sta sul social network Twitter ha relazioni di breve durata, brevi quanto il numero dei caratteri che si utilizzano per i tweet. Non ci sono prove per spiegare questo studio, dato che un portavoce del sito sottolinea soltanto come gli utenti Twitter siano mediamente noiosi. Una ricerca, per essere tale, ha bisogno di un’ipotesi, di una tesi e di una serie di prove certe nel mezzo che attestino che la validità del tutto, per cui non c’è neppure uno straccio di argomento di discussione.

Un’analisi dell’Università di Valencia afferma, invece, che le belle donne siano un attentato alla salute maschile. Lo studio è stato condotto su 84 studenti intenti a risolvere un sudoku in presenza di una donna bellissima. Sui ragazzi è stato constatato un innalzamento del livello ormonale, che li avrebbe portati a uno stress enorme. La domanda che viene spontanea è: chi mai perderebbe del tempo con il sudoku di fronte a una vista così ammaliante?

E ancora, c’è uno studio dell’Università della Virginia e di Harvard che afferma che le donne vivono di illusioni romantiche e rincorrono uomini che sembrano non dar loro soddisfazione. Come se ci fosse bisogno di uno studio per determinare quello che già è risaputo ampiamente. Un altra survey sostiene che i figli dei divorziati siano bravi in matematica. Come se già non fosse dura essere tra due genitori che si contendono praticamente anche l’affetto, si aggiungerebbe anche la morte sociale che spesso accompagna i secchioni. E inoltre, l’Università di Stony Brook sostiene che le donne sposate sono più portate alla noia relazionale, rispetto alle compagne single. Altri ancora pensano che le storie romantiche dei film siano irraggiungibili, che le belle donne sposano uomini brutti o addirittura che lo sperma sia d’aiuto contro la depressione. Insomma chi più ne ha più ne metta. Nel marasma degli studi inutili, anche corollari di questioni che già conosciamo come la vita avventurosa delle single à la “Sex and the City” o i benefici del sesso sull’umore, ce ne sono anche di buoni e di validi. Ma, purtroppo, non sono questi.

Fonte: TruTV.