Dimagrire coi succhi è possibile? Quando si affronta una dieta dimagrante, i vegetali diventano fondamentali, perché posseggono una serie di proprietà che non solo fanno bene alla salute ma possono dimostrarsi provvidenziale ai fini dietetici e quindi, mescolandosi all’interno di un normale regime di dieta mediterranea, possono aiutarci a perdere peso. Così, ecco delle ricette di succhi dimagranti che possono fare al caso nostro.

In questo contesto assumono molta importanza i succhi freschi di frutta e verdura, badando bene a evitare quelli troppo zuccherini. Ci sono alcuni frutti, infatti, che sono ampiamente calorici e se in qualche ricetta si aggiungono ulteriori è zuccheri, dimagrire resta un’utopia. Inoltre, i vegetali sono ricchi di proprietà terapeutiche, e un succo non può fare che bene, a colazione, per lo spuntino di metà mattina e come merenda.

Una di queste ricette prevede come ingredienti succo di limone, carota e zenzero fresco. Il limone è ricco di elementi antiossidanti, ma anche di vitamine B e C: si tratta di un frutto che agisce come tonico del sistema nervoso, perché riequilibra il sistema neuro-vegetativo, è depurativo e ha un effetto alcalinizzante su tutto l’organismo. Carote e zenzero invece sono dei diuretici e aiutano ad abbassare colesterolo e trigliceridi.

Più spiccatamente dolce è invece il succo di melone, albicocca e carota. Anche qui le vitamine, la A e la C, la fanno da padrone e aiutano contro la ritenzione idrica e la cellulite, due dei mali che più attanagliano le donne. Inoltre, l’albicocca è utile per la salute della pelle. Il centrifugato può essere sciolto un succo d’arancia, ma anche acqua, limone e miele. Va servito fresco, magari con una foglia di menta se si è con un’amica e si vuole fare anche bella figura, per cui anche l’occhio vuole la sua parte.

Infine c’è il succo di pera, papaia e lamponi. Le pere sono ottime, perché oltre alle vitamine hanno anche potassio, fosforo e calcio, e sono buone per la memoria e per le ossa, soprattutto se la menopausa è dietro l’angolo. La papaia invece è ricca di fibre, che regolano l’intestino ad aiutano nell’assimilazione di proteine. Infine, i lamponi sono anch’essi ricchi di proteine e aggiungono sapore e colore al tutto. Quest’ultimo cocktail è simpatico e molto gustoso, ma se ne possono preparare altri.

Si può comunque lasciare a briglia sciolta la fantasia, realizzando dei centrifugati originali, magari di cicorie e finocchi, dato che la stagione invernale si offre a queste verdure. E magari mettendoci dentro un po’ di champagne o di vodka, i meno calorici tra gli alcolici, che però potrebbero dare corpo e sapore, magari in vista di una simpatica riunione con le amiche.

Fonte: Tgcom.