Arriva finalmente nelle sale italiane Tonya, il film con Margot Robbie, diretto da Craig Gillespie, dopo aver conquistato un Oscar, un Golden Globe e un Critc’s Choice Award (tra i tanti…) per la migliore attrice non protagonista (ad Allison Janey) e il successo ottenuto prima al festival di Toronto e poi alla Festa del cinema di Roma.

Foto: courtesy press office

Tonya: la trama

Il film, scritto da Steven Rogers, ricostruisce la favola nera – e vera – di Tonya Harding negli anni ’90, pattinatrice di fama mondiale, conosciuta per il temperamento focoso. Protagonista di una carriera eccezionale, la Harding è stata la prima pattinatrice americana ad aver completato un triplo axel (salto che solo 6 donne, dopo di lei, sono riuscite a fare). Nel 1994 fu accusata di essere coinvolta, insieme all’ex marito Jeff, nell’aggressione alla rivale Nancy Kerrigan in vista delle Olimpiadi. Malgrado abbia sempre negato il suo coinvolgimento, lo scandalo mise fine alla sua carriera.

Il cartello che appare all’inizio del film spiega in modo sintetico ed efficace com’è costruita la storia: ‘Tratto da interviste assolutamente vere, totalmente contraddittorie e prive di qualsiasi ironia con Tonya Harding e Jeff Gillooly’. Il film non adotta una narrazione convenzionale. Steven ha costruito tutta la sceneggiatura intorno a due interviste straordinarie e contrastanti, fatte da lui stesso a Tonya e a Jeff“, ha spiegato Margot Robbie.

Foto: courtesy press office

Margot Robbie in breve

  • Celebre per il suo ruolo di bionda hot al fianco di Leonardo Di Caprio, in The Wolf of Wall Street di Martin Scorsese, l’attrice australiana è ormai tra le interpreti più richieste ad Hollywood (Suicide Squad ha incassato 750 milioni).
  • È anche produttrice: insieme al marito, il regista britannico Tom Ackerley e un gruppo di amici, ha creato la casa di produzione LuckyChap Entertainment, che ha prodotto Tonya. Per il film si è trasformata in Tonya Harding, ragazzotta dell’Oregon che non ha mai conosciuto abbracci materni ma dentro ha una carica immensa, persino trasgressiva nel mondo delle principesse del pattinaggio. Per il ruolo ha ottenuto una candidatura ai Golden Globe e all’Oscar.
  • Nel 2017 è stata inserita dalla rivista Time nella lista delle 100 persone più influenti al mondo.
  • È stata scelta a marzo del 2018 come nuova testimonial Chanel.
  • Il 2 novembre 2018 uscirà nelle sale americane Mary, Queen of Scots, in cui sarà vestirà i panni della regina Elisabetta I, al fianco di Saoirse Ronan (Maria Stuarda).

Leggi anche: come copiare il look di Margot Robbie

Foto: courtesy press office

La recensione di Tonya, il film con Margot Robbie

Magistralmente interpretato da tutti gli attori, il biopic sulla pattinatrice americana – costretta ad abbandonare il suo sport perché coinvolta in uno scandalo che tenne gli occhi puntati su di sé l’intera America – è una feroce commedia nera che strappa più di una volta una risata.

Gli americani vogliono qualcuno da amare e poi vogliono qualcuno da odiare, in modo semplice“, dice a chiosa la protagonista interpretata dalla Robbie: una frase che in sé condensa molto del significato ultimo del film.

C’è molto altro della vita della Harding nei 120 minuti raccontati da Craig Gillespie: ci sono carezze negate e un amore malato, una riflessione sulla verità e sul suo modo di interpretarla, la parabola tragica di un campione nel favore del pubblico.

È pressoché perfetto quello che scorre sul grande schermo, in cui sceneggiatura, interpreti, costumi, scenografie, montaggio e regia concorrono a dar vita a un meccanismo narrativo che funziona come i tripli axel della protagonista.

Un film da vedere, e ri-vedere, possibilmente in versione originale, per poter assaporare al meglio le ottime prove non solo della Robbie e della pluripremiata Allison Janey (davvero strepitosa la sua LaVona, nelle infinite sfaccettature della sua personalità e delle sue emozioni), ma anche di Sebastian Stan, il marito violento, e di Paul Walter Hauser, l’amico-bodyguard.

Una curiosità: Margot Robbie si è allenata sui pattini per quattro mesi per interpretare la Harding, ma non sarebbe stata mai in grado di eseguire il triplo axel; sono solo 6 le donne al mondo che l’hanno fatto. All’epoca, due di loro si stavano allenando per le prossime olimpiadi e non potevano rischiare un infortunio, così la produzione è dovuta ricorrere agli effetti speciali.

Foto: courtesy press office

Uscita e trailer di Tonya

Il film con Margot Robbie, presentato alla Festa del Cinema di Roma 2017, è al cinema dal 29 marzo, distribuito da Lucky Red.