Toy Story 3: la grande fuga” è un film d’animazione diretto da Lee Unkrich, che debutta nei cinema oggi 7 luglio. Si tratta del terzo e ultimo film della popolare serie animata e negli Stati Uniti, dove è uscito a metà giugno, ha ottenuto un gran successo, guadagnando oltre 366 milioni di dollari.

Sia il primo film del fortunato franchise, “Toy Story: il mondo dei giocattoli” (1995), che il secondo, “Toy Story 2: Woody e Buzz alla riscossa” (1999), hanno fatto sognare piccoli e grandi per molti anni oltre a registrare ottimi risultati al box office.

Adesso Andy è diventato grande e si prepara alla partenza per il college, ma è ancora affezionato ai suoi giocattoli e decide di conservarli in soffitta. A causa di un imprevisto fortuito, il sacchetto con i giocattoli finisce in una scatola destinata all’asilo infantile Sunnyside.

Buzz e gli altri si sentono abbandonati e traditi da Andy, così sono ben felici di andare in un luogo pieno di bambini.

L’asilo però non è il luogo ideale per i nostri amici: i bambini sono troppo piccoli per saper giocare con loro e li impiegano nelle situazioni più disparate. Vengono usati come pennelli e come fionde, per poi essere distrutti. Inoltre l’asilo è governato da Lotso Grandi Abbracci, un orsacchiotto rosa che profuma di fragola. Lotso è un giocattolo molto cattivo che impone regole e punizioni a tutti gli altri giocattoli. Woody e Buzz dovranno cercare di fuggire dall’asilo con tutti i loro amici, per poter ritornare a casa.

In questo film ci sono tutti gli ingredienti principali dei film d’animazione per bambini: amicizia, avventura, amore. La Pixar, ancora una volta attraverso i suoi adorabili giocattoli, riesce a creare un mondo di fantasia pieno di colori e buoni sentimenti.

Molte le gag divertenti, soprattutto quando il robot Buzz viene resettato e tira fuori tutta la sua anima spagnola. Divertente e tenerissimo risulta anche il corto che prelude al film, ovvero “Quando il giorno incontra la notte”.

“Toy Story 3” è in 3D, ma in questo caso la tecnologia serve solo a dare profondità alla scena.

Diverse celebrità italiane sono state chiamate per doppiare il film: oltre a Fabrizio Frizzi e Massimo Dapporto, ci sono anche Claudia Gerini, Fabio De Luigi, Gerry Scotti, Giorgio Faletti, Riccardo Garrone e Matteo Leoni, star di “Quelli dell’intervallo”.

Toy Story 3” è un film d’animazione divertente e adatto a tutta la famiglia.