Ogni occhio ha una sua particolarità e va messa in risalto con il giusto make up e un’accurata scelta di colori. Per realizzare un trucco per gli occhi verdi ad esempio, sono pochi ma fondamentali i consigli da seguire per esaltare lo sguardo alla perfezione. Ecco alcuni piccoli suggerimenti sugli abbinamenti da fare.

Gli occhi sono la parte forse più espressiva del viso, quella in grado di comunicare emozioni e stati d’animo.  Quelli verdi sono molto belli ed intriganti ma non semplici truccare. Uno degli errori più comuni che spesso si fa nel truccare gli occhi verdi  è quello di truccarli dello stessa tinta dell’iride: cosa assolutamente sbagliata perché in questo modo il verde degli occhi non viene messo in luce. Il consiglio davvero è quello di puntare invece su nuance a contrasto che sottolineino il colore degli occhi.

Blu, rosso e viola, con tutte le loro sfumature, sono le nuances più indicate per il make up degli occhi verdi, oltre naturalmente ai toni di marrone, bronzo e oro. Questi ultimi hanno la peculiarità di dare grande luminosità agli occhi ed al viso. Inoltre si abbinano molto bene con chi ha i capelli castano chiaro oppure color miele.

Sì al nero, ma solo per il mascara, la matita e l’eyeliner. No all’ombretto nero perché risulta troppo scuro e rischia di incupire e intristire lo sguardo.

Prima di eseguire qualsiasi make up è fondamentale dare la giusta forma alle sopracciglia. Esse sono la “cornice” dell’occhio e se curate e definite valorizzano al massimo colore e forma dell’occhio.

Se gli occhi sono piccoli, il trucco ideale è quello realizzato con la matita color burro, perfetta anche per illuminare di più il viso ma anche il classico eye pencil nero è sempre un’ottima soluzione.

Gli occhi verdi però non sono tutti uguali e il nostro trucco per occhi verdi deve tenerne conto. Ecco una piccola guida di bellezza con consigli ed idee.

Per gli occhi verdi che tendono all’azzurro i colori più adatti sono i marroni tendenti al rosso, il color mattone e tutte quelle nuance che tendono al salmone/aranciato.

Per gli occhi verdi invece il  rosso/magenta, il fuxia, il rosa e il pesca sono perfetti per creare il giusto contrasto e mettere il evidenza il verde dell’iride.

Per gli occhi verdi che tendono al nocciola i colori sono da orientare verso tonalità leggermente più fredde come il melanzana, il prugna, il viola e il rosa confetto.

Infine per gli occhi verde giallo i colori ideali da usare sono il viola e l’indaco, ma anche verde bosco e marrone caffè intenso.

Il binomio occhi verdi-capelli biondi è sofisticato e delicato. In questo caso ci si può divertire realizzando cromie metalliche con diversi ombretti , soprattutto con l’argento e il grigio ferro. Evitare assolutamente i verdi e gli azzurri.

Il binomio occhi verdi -capelli marroni invece si sposa bene con le tonalità del bronzo e dell’ambra per uno sguardo magnetico, caldo e chic.

Se si portano gli occhiali si dovrebbe fare attenzione alla montatura e al colore degli occhiali. Per non oscurare il verde degli occhi è meglio optare infatti su toni naturali, come il beige e il marrone, oppure indirizzarsi verso una montatura nude look o completamente trasparente.

Quali prodotti scegliere

Il trucco per occhi verdi richiede semplici prodotti, facilmente reperibili. Tra le marche più note troviamo: Kiko, Pupa, Max Factor, Dior, Yves Saint Laurent, e tantissimi altri. La scelta è vasta e adatta a ogni esigenza di gusto e prezzo.

La matita giusta

La matita nera conferisce sempre profondità allo sguardo ma chiude anche un po’ l’occhio, quindi bisogna sempre prestare attenzione cercando di non calcare troppo la mano e rimanendo soft. Tuttavia lo spessore della linea dipende dal vostro gusto personale.

Il mascara da utilizzare

Il mascara classico, quello nero, è perfetto sempre, occhi verdi inclusi. E’ ideale perché infoltisce le ciglia e le rende apparentemente più lunghe. In secondo luogo, si adatta ad ogni tipo di ombretto e matita. In particolari occasioni però e per giocare con i colori si può optare anche per un mascara viola o blu.

photo credit: Valerio Volpe Photography via photopin cc