Durante la presentazione del nuovo cd e del tour estivo, Vasco Rossi, il rocker italiano più amato di tutti i tempi, si lascia andare e parla a ruota libera di tutto, anche di argomenti delicati come l’eutanasia e la fede.

Le sue nuove canzoni sono un manifesto del suo pensiero ed il cantante non nasconde di voler rappresentare quello che secondo lui è diventato l’uomo moderno. E ne spiega i tratti principali.

Galleria di immagini: Vasco Rossi

“È una grande illusione che esista un creatore e che la vita sia un dono, mentre la vita nasce da sola e la scienza, nuova religione, ci dice che la vita non è un dono ma un caso.”

Infatti l’uomo nuovo, secondo Vasco, è sempre più convinto di avere il diritto a scegliere quando mettere fine a questa straordinaria esperienza se non merita più di essere vissuta.

Facendo il verso al “Manifesto futurista della nuova umanità”, forse il brano più intimo e “intellettuale” del nuovo album “Vivere o niente“, Vasco insiste e sostiene che:

“L’uomo nuovo di oggi non crede più alle verità eterne perché la scienza ci ha dimostrato che tutto evolve e che sono verità fino a prova contraria.”

Il nuovo cd sarà in vendita dal 29 marzo, e per l’occasione la Feltrinelli Libri e Musica organizza un evento speciale per i fans più accaniti: un Midnight Opening Vasco. Lunedì 28 marzo, infatti, nelle città di Milano, Napoli, Firenze, Palermo, Bologna, Catania, Roma i negozi resteranno straordinariamente aperti di notte e dalle ore 23.00 in poi tutti i fan potranno acquistare il disco in anteprima e ricevere in regalo l’esclusivo sottobicchiere personalizzato.