Pare che ultimamente le volgarità siano di gran moda nei reality. Lo sanno bene i partecipanti al Grande Fratello, inquisiti pubblicamente con gli autori su un argomento che in quel contesto potrebbe anche essere il meno, data la mancanza di rispetto così diffusa in trasmissione. Inoltre, la notizia odierna, secondo cui Aldo Busi parteciperà a “L’Isola dei Famosi” grazie all’eliminazione di una clausola che gli impediva di essere volgare su alcuni argomenti, non ha fatto che ribadire il concetto.

Volgarità sì o no? Dalla parte del no è Vladimir Luxuria, vincitrice dell’ultima edizione del reality di Rai Due, che, come sarà per Busi, si è trovata a rompere dei tabù: al primo toccherà sfatare il mito del letterato lontano dal clamore dei reality, alla seconda è toccato essere la prima politica e la prima trans a partecipare a un programma del genere.

Per ora Luxuria, intervistata da “Il Giornale“, fa il tifo per il controverso scrittore e dimostra di averne piena fiducia: Busi è dotato di qualità che lo votano a essere un vincitore di natura, l’orgoglio, la sicurezza, la resistenza fisica, caratteristiche fondamentali per affrontare un tale luogo selvaggio.

Luxuria ha commentato:

Mi sembra strano che la Magnolia abbia ceduto sulla clausola delle offese politiche o religiose. Io quella clausola l’ho firmata ben volentieri, non volevo essere né vittima né artefice di sceneggiate volgari. Penso che si possa avere la libertà di dire tutto senza offendere il sentimento religioso. La bestemmia è sempre una cosa da condannare così come è capitato al Grande Fratello. Mi risulta difficile pensare a Busi volgare quando non lo è mai stato nei suoi libri. Non è una persona a corto di argomenti e sono sicura che non si smentirà.