Whitney Houston avrebbe trovato la morte per cause accidentali. Stando ai giornali di gossip statunitensi, la cantante sarebbe annegata nella vasca da bagno dopo aver assunto cocaina. Il fatto dell’assunzione di droga sarebbe stato provato in più modi.

Intanto, il referto medico condotto su Whitney Houston ha provato l’assunzione di cocaina, marijuana e farmaci, ma questi ultimi non avrebbero avuto peso nelle cause di morte.

Galleria di immagini: Whitney Houston

In ogni caso, già il giorno dopo che la Houston era stata trovata morta dal compagno Ray-J, una testata britannica aveva riportata l’intervista di un sedicente spacciatore che affermava di aver venduto droga alla cantante il giorno prima che morisse.

L’immagine del presunto pusher di Whitney Houston era stata riportata dal Daily Star, che aveva mostrato la fotografia di un uomo con il volto coperto dal cappuccio di una felpa, un cappellino e occhiali da sole. Stando al referto medico quindi quelle dichiarazioni sarebbero supportate da prove.

La Houston è scomparsa il 12 febbraio, il giorno dei Grammy, durante la cui cerimonia era attesa la cantante, poi ritrovata morta nella sua stanza d’albergo al quarto piano del Beverly Hilton a Los Angeles. Il referto completo sarà comunque disponibile e sicuro solo tra un paio di settimane, per cui ci potrebbero essere delle novità sulla scomparsa della cantante.

Fonte: AGI.