X-Factor è un gioco e, come ogni gara che si rispetti, ha perso dei concorrenti in itinere: cantanti che piacevano molto al pubblico ma non sempre hanno trovato un riscontro da parte dei giudici. Alcuni molto discussi per delle loro caratteristiche peculiari.

Il primo della lista è quello che più di tutti ha suscitato molte polemiche, ossia Stefano Filipponi. Il concorrente, affetto da balbuzie, era stato scelto da Mara Maionchi. Com’è risaputo, il canto migliora quel piccolo difetto, e certamente X-Factor ha giovato a Stefano che ha perso nel frattempo un po’ di timidezza.

Nonostante il grande seguito di fan, Stefano era anche molto contestato: nei forum si è parlato di “caso umano“, mentre in realtà il ragazzo ha saputo anche dare buone prove come nell’esibizione di “Lady Marmolade” e ha un gruppo fan su Facebook che ammonta a oltre 10mila utenti. Un piccolo appunto si potrebbe fare ai costumi che venivano scelti per lui inizialmente e che lo facevano sembrare Martufello, personaggio degli spettacoli di Pierfrancesco Pingitore.

Altra grande esclusa è Manuela Zanier, già partecipante a Sanremo Giovani, cui era stata mossa la critica di essere troppo fredda. Analogamente a Cassandra Raffaele, invece, veniva detto dai giudici di urlare troppo, anche se aveva l’impostazione della cantante blues. Un caratteraccio veniva attribuito anche a Dorina Leka, ma non è stata la spinta per la sua eliminazione, almeno in questo caso.

Un caso a parte sembrano rappresentare i Kymera, di cui è stato detto fossero la “categoria protetta” del talent, in quanto coppia di fatto omosessuale. Dotati di grande seguito, per lo più proveniente dalla lunga gavetta che i due ragazzi avevano fatto all’esterno, sono stati eliminati in semifinale.