Il prossimo 18 febbraio arriverà in tutte le sale cinematografiche italiane una nuova pellicola d’animazione targata Disney, Zootropolis (“Zootopia”).

Diretto da Byron Howard (“Rapunze”, “Bolt – Un eroe a quattro zampe”) e Rich Moore (“Ralph Spaccatutto”) la pellicola d’animazione – il 55° Classico Disney – torna a raccontare una storia senza personaggi umani, ma solo degli animali, come successo in precedenza nel classico animato del 1973 “Robin Hood” o più recentemente nel 2005 con “Chicken Little – Amici per le penne“.

Protagonista della storia è una coraggiosa coniglietta di nome Judy Hopps, che s’imbarcherà in un’avventura per risolvere un caso misterioso insieme ad una volpe truffaldina, Nick Wilde.

Zootropolis: trama e cast

Zootropolis è una moderna metropoli diversa da qualsiasi altra città: composta dai quartieri più disparati  dall’elegante Sahara Square dove vivono gli animali del deserto, alla più gelida Tundratown dove invece vivono alci e orsi polari – la cittadina accoglie e riunisce animali di ogni specie, dal più gigantesco elefante al più minuscolo toporagno, e tutti vivono insieme serenamente. O almeno così si pensa.

Quando l’agente Judy Hopps arriva in città scopre che la sua vita di coniglietta all’interno di un corpo di polizia composto da animali grandi e grossi (il capo della polizia, Capitan Bogo, è un mastodontico bufalo) non sarà così facile: per dimostrare la sua determinazione e il suo valore l’agente Hopps cercherà di fare di tutto, prendendo in mano un caso misterioso che riguarda quattordici ex predatori scomparsi. Mentre cerca di risolvere il caso si troverà a lavorare fianco a fianco con una loquace volpe di nome Nick Wilde.

Nella versione italiana di Zootropolis a dare voce ai personaggi sono Massimo Lopez per il sindaco della metropoli, Lionheart, e ancora Paolo Ruffini è il bovino “più illuminato e pacifico di tutta Zootropolis” Yax, Nicola Savino è invece il bradipo Flash, che lavora al Dipartimento dei Veicoli Mammiferi; Frank Matano da voce alla faina Duke, Malika Ayane sarà la popstar Gazelle (interpretata da Shakira nella versione inglese) Diego Abatantuono interpreta invece la volpe Finnick, Teresa Mannino da la voce a Fru Fru, la figlia del boss criminale Mr. Big, interpretato a sua volta dall’incredibile voce di Leo Gullotta.

A dare voce ai due personaggi principali sono invece Alessandro Quarta per Nick Wilde e Ilaria Latini per Judy Hopps.

Zootropolis: 5 motivi per vederlo

Vista la trama e il cast, ecco i cinque motivi per cui andare a vedere Zootropolis al cinema:

  1. Passare dei momenti in famiglia. Ogni occasione è una buona occasione per trascorrere del prezioso tempo in famiglia, tra genitori e figli, soprattutto se di mezzo ci si mette un film d’animazione. In più per qualche ora anche i più grandi potranno ritornare bambini.
  2. Disney, una garanzia. Da più di mezzo secolo Disney ha sfornato numerosi successi per grandi e piccini, dalle classiche pellicole d’animazione senza tempo alla produzione di pellicole, ricchi di tematiche molto importanti.
  3. Le tematiche. Quando si tratta di film d’animazione per i più piccoli va da se che i temi affrontati e i messaggi condivisi dovrebbero essere quanto più educativi e formativi: uno dei messaggi palesemente affrontati in Zootropolis è quello della diversità. La pellicola d’animazione vuole insegnare, infatti, che esistono diverse etnie (nel caso del film delle “specie” animali) ed è fondamentale comprenderle e rispettarsi a vicenda, per vivere in pace e in armonia. Un altro tema importante è quello del superamento dei pregiudizi: prendendo come riferimento il caso dell’agente Hopps, durante la pellicola si pensa che la coniglietta non sia in grado di adempiere ai propri compiti mentre, alla fine, mostra di che pasta è fatta e viene ricreduta.
  4. Avventura e risate. Specie per i bambini amanti dell’avventura Zootropolis può essere una storia avvincente, dove potranno seguire passo a passo le vicende dei due personaggi alla ricerca della verità, il tutto tra grandi risate.
  5. Disponibile anche in 3D. Zootropolis è disponibile nei cinema anche nella versione 3D: cosa c’è di meglio di un viaggio completo a 360 gradi per assaporare al meglio l’avventura della coniglietta Hopps e della volpe Wilde?