Cosa fare a Roma nel weekend del 21-23 settembre

Tre giorni all'insegna dello sport, di nuove mostre d'arte, di teatro e di grandi festival culturali.

Aggiornato il 18 marzo 2019
Moda

Anticipato da qualche pioggia, con il 23 settembre ha inizio l’autunno: Roma in questo weekend propone ancora molte performance all’aperto anche se la nuova stagione teatrale e artistica è pronta ai nastri di partenza.
Cosa fare dal 21 al 23 settembre? Sono tante le inaugurazioni di mostre e gli spettacoli dal vivo tra cui scegliere se si vuole passare un fine settimana all’insegna della cultura. Non resterà deluso chi preferisce dedicarsi allo sport o ama indugiare nei piaceri di gola.
Ecco la selezione dei festival, degli eventi e delle kermesse nella to do list della redazione.

Giornate Europee del Patrimonio

La Galleria Nazionale partecipa sabato e domenica alle Giornate Europee del Patrimonio con L’arte di condividere, un programma di attività aperte a tutti e un’apertura serale straordinaria. L’iniziativa, che si svolge dal 1991 ed è oggi presente in ben 50 paesi aderenti alla Convenzione Culturale Europea, è un’ulteriore tappa di questo 2018 Anno Europeo del Patrimonio Culturale, che ci fornisce rinnovate occasioni per conoscere la ricchezza del nostro patrimonio culturale. Quest’edizione delle Giornate Europee del Patrimonio ci propone di osservare i beni da una lente diversa, quella che mette a fuoco gli elementi dell’incontro tra le diverse culture, della contaminazione di tradizioni e saperi tra comunità e della condivisione di conoscenze.
Via delle Belle Arti, 131. Dalle 11 alle 22.30. Dalle 19 biglietto a 1 euro.

Galleria Nazionale d’Arte Moderna (Ufficio Stampa)

Kirina al Teatro Argentina

È all’insegna dell’incontro tra l’immaginario africano e quello occidentale l’apertura di Romaeuropa Festival 2018, trentatreesima edizione intitolata Between Worlds: fino al 22 settembre il Teatro Argentina ospita la prima italiana di Kirina, spettacolo firmato dal coreografo burkinabé Serge-Aimé Coulibaly, la cantante maliana icona della musica mondiale, Rokia Traoré e lo studioso e scrittore Felwine Sarr. L’opera vede sul palco 9 danzatori, 1 attore, 4 musicisti, 2 cantanti e 40 figuranti  e racconta la marcia di un popolo, colto nel suo momento di massima forza e splendore. La potenza della musica incontra l’energia della danza e si fonde con un testo in grado di traghettare radici africane e occidentali verso il futuro.
Largo di Torre Argentina, 52. Venerdì ore 21; sabato ore 19. Biglietti da 19 a 40 euro.

Kirina (Ufficio Stampa)

Rome Half Marathon Via Pacis

Domenica, si svolge la II edizione della Rome Half Marathon Via Pacis, 21,097 chilometri del percorso sono unici al mondo perché uniscono i più importanti luoghi di culto religiosi della città con le bellezze architettoniche e archeologiche. Alla gara è abbinata la Run For Peace, una non competitiva di 5 chilometri.È aperta a tutti coloro che, attraverso questa grande manifestazione sportiva popolare vogliono dire No alla violenza, No al razzismo, No alla discriminazione di ogni genere e provenienza. Ecco perché, per le strade della Capitale, correranno donne, uomini, famiglie, anziani, giovani, bambini, sportivi, persone con disabilità ma anche rifugiati, ognuno con il suo pettorale e con il suo messaggio di pace che rilascerà, a traguardo raggiunto, in alcune colonne trasparenti che simboleggiano le colonne della pace.
Partenza in via della Conciliazione alle ore 9.

Half Marathon Via Pacis (Ufficio Stampa @foto Emiliano Cavaliere)

Hedy Lamarr alla Sala Sinopoli

Torna all’Auditorium Parco della Musica, Inedito d’Autore III, terza edizione della rassegna del teatro di narrazione ideata da Andrea Camilleri e Annalisa Gariglio e dedicata quest’anno alla scienza. Su testo di Alessandra Mortelliti e Laura Pacelli, con la supervisione di Andrea Camilleri (L’amar) domenica Vinicio Marchioni e Milena Mancini racconteranno la straordinaria vita della diva del cinema anni Trenta Hedy Lamarr. Nota per la sua straordinaria bellezza, era dotata di straordinaria intelligenza: insieme al compositore George Antheil inventò un ingegnoso sistema, Secret Communication System, per guidare via radio i siluri, evitando che venissero intercettati dai nemici, sistema ancora oggi alla base delle moderne tecnologie wireless.
Via Pietro de Coubertin, 30. Ore 21. Biglietto 15 euro.

Vinicio Marchioni e Milena Mancini (Getty Images)

Paolo Poli al Valle

Roma ricorda Paolo Poli, il suo genio, la sua storia e la sua arte al Teatro Valle che per l’occasione sarà interamente invaso da sue scene, costumi e video. Una mostra, o meglio un grande album nel quale calarsi dal vivo, nel foyer, in platea e sul palco del teatro fino al 4 novembre. Un percorso visivo lungo i sessant’anni della sua carriera teatrale, testimoniato da immagini di preziosi spettacoli, allestimenti pittorici, guardaroba da storia dell’arte.
Via del Teatro Valle, 21. Da giovedì a sabato dalle ore 17 alle ore 20; domenica dalle ore 11 alle ore 18. Ingresso libero.

Paolo Poli (Ufficio Stampa)

Il festival a Villa Farinacci

MOVE THE MUSEUM! When Water Touches the Ground è un festival di arti visive, performative e multimediali dedicato a curatori, artisti e collettivi under 35, che si svolge dal 22 al 30 settembre 2018 a Villa Farinacci che, per la prima volta, viene restituita alla fruizione della cittadinanza, nell’area del Parco Petroselli. Obiettivo del Festival è quello di dare visibilità e attivare la creatività territoriale, mettendo in relazione le diverse realtà che convivono nel quartiere, e di diventare un laboratorio di co-progettazione culturale del IV Municipio che ha attivamente sostenuto il progetto. Performance artistiche, musica, laboratori, lecture: un ricco calendario di appuntamenti animerà la Villa Farinacci a partire dalla grande inaugurazione di sabato, aperta a tutta la cittadinanza.
Viale Rousseau, 90. Dalle ore 18. Ingresso gratuito.

Villa Farinacci (Ufficio Stampa)

Streetwear e Streetart all’Atlantico

Domenica l’Atlantico ospita Kickit, il primo ed il più grande market italiano dedicato alle sneakers ed all’abbigliamento urban, ideato da Fabrizio Efrati. Sneakers introvabili e da collezione, limited edition frutto di collaborazioni temporanee tra stilisti e brand, tutti i capi più cool, ma non solo: cinque giovani artisti italiani ed internazionali si affronteranno a colpi di bombolette spray, stencil e pennelli, per dar vita sotto gli occhi del pubblico ad altrettante opere d’arte che poi verranno messe in vendita durante la manifestazione.  Sarà ospite della manifestazione Edoardo Buscaroli, in arte “Airdoncicredo”, un giovanissimo designer appena ventenne che nelle sue opere mixa sneakers iconiche e capolavori dell’arte.
Viale dell’Oceano Atlantico, 271D. Dalle 11 alle 22. Ingresso gratuito.

Opera di Airdoncicredo (Ufficio Stampa)

Taste Experience all’Auditorium

Fino a domenica, i Giardini Pensili dell’Auditorium Parco della Musica sono il palcoscenico per la settima edizione di Taste of Roma, l’evento più atteso dai gourmand capitolini con menu speciali creati da chef stellati. L’edizione 2018 è incentrata sull’arte e tutte le sue declinazioni: potrete scoprire quale opera artistica italiana ispira maggiormente la cucina degli chef protagonisti, e il IV piatto del menu di ogni ristorante sarà un #piattodautore, ovvero la rappresentazione della loro evoluzione culinaria.
Via Pietro de Coubertin, 30, Venerdì dalle 19 alle 24; sabato e domenica dalle 12 alle 17 e dalle 19 alle 24. Biglietti da 16 euro.

La bella addormentata al Costanzi

Per chiudere in bellezza la stagione di balletto 2017-2018 il Teatro dell’Opera di Roma ripropone un titolo celeberrimo e amato dal pubblico: La bella addormentata di Jean-Guillaume Bart, su musiche di Pëtr Il’ič Čajkovskij con la direzione di Nicolas Brochot. Bart è legato fin dall’inizio del suo percorso artistico a questo titolo che lo ha visto in qualità di figurante da giovanissimo, fino alla scalata al ruolo di Desirè che nel 2000 lo ha portato alla nomina di étoile sul palco dell’Opera Garnier. Eleonora Abbagnato per il suo Corpo di Ballo “in rinascita”, come lo stesso Bart lo definisce, ha voluto fortemente proporre una versione tanto attenta e curata nell’allestimento di Aldo Buti.
Piazza Beniamino Gigli, 1. Venerdì ore 20; sabato ore 16; domenica ore 16.30. Biglietti da 75 a 20 euro.

Flavia Stocchi ne La bella addormentata (© Yasuko Kageyama)

Brunch al Rome Cavalieri

Il Sunday Brunch del Rome Cavalieri propone primi piatti con i migliori prodotti selezionati in base alla loro stagionalità, le carni e i pesci, l’angolo giapponese in cui chef orientali si cimentano con il wok e cucinano un riso impeccabile; la postazione dedicata ai crudi. Imperdibile l’angolo detox, con le insalate di quinoa, di farro, di orzo e con erbette fresche di stagione. Da segnalare anche l’angolo dei salumi e dei formaggi, con una selezione dei prodotti italiani d’eccellenza, e, dulcis in fundo, il dessert. L’angolo dedicato ai bambini e ai ragazzi con i giochi e l’animazione per i più piccoli e con le divertenti e innovative attività per gli adolescenti.
Via Alberto Cadlolo, 101.

L’Uliveto, Rome Cavalieri (Ufficio Stampa)

Festival della Letteratura di Viaggio

Villa Celimontana (www.festivaletteraturadiviaggio.it)

Fino a domenica, la Società Geografica Italiana organizza il Festival della Letteratura di Viaggio: una serie di incontri, mostre, premi, laboratori, passeggiate, proiezioni, performance, tornei letterari, serate tematiche, spazi autogestiti. Sabato, il Palazzetto Mattei ospita una serata dedicata a Emigra(n)ti, migranti, rifugiati. Confini, muri, ponti, un incontro con Marco Aime, antropologo, Soumaila Diawara, scrittore, Giuseppe Novelli, rettore Università degli studi di Roma Tor Vergata,Camilla Paternò, Dugong Films. Prima proiezione pubblica a Roma di Tumaranké, documentario collettivo girato con smartphone da 38 giovani migranti.In caso di maltempo gli eventi in programma nei Giardini di Villa Celimontana si terranno nella Sala Dalla Vedova di Palazzetto Mattei.
Via della Navicella, 12. Ore 20.30. Ingresso libero fino a esaurimento posti

Articolo originale pubblicato il 21 settembre 2018

Seguici anche su Google News!

Storia

  • Cosa fare nel weekend