Mel Gibson si redime con "Cold Warrior"

Aggiornato il 4 aprile 2019

Dopo l’arresto nel 2006 per guida in stato d’ebbrezza e denuncia per imprecazioni antisemite, l’attore Mel Gibson è rimasto disoccupato a lungo.

Gli Studios di Hollywood, infatti, scioccati dall’accaduto, non gli hanno permesso più di lavorare.

Così Mel Gibson si è potuto dedicare in questi anni solo a piccole produzioni indipendenti, come “Edge of Darkness” (“Fuori controllo”), diretto da Martin Campbell che uscirà in Italia a marzo, e “The Beaver” diretto da Jodie Foster, che uscirà nel 2011.

Con l’anno nuovo, Gibson è stato finalmente perdonato per le sue “debolezze” alcoliche e sta negoziando per il ruolo di protagonista nel film thriller – action “Cold Warrior“.

Basato sul romanzo di Chuck Mondry, il film racconta la storia di una spia della Guerra Fredda che viene richiamato in servizio per affiancare un giovane e inesperto agente. I due dovranno sventare un complotto terroristico orchestrato dalla Russia.

Nel progetto accanto a Mel Gibson c’è un suo collaboratore di vecchia data, Shane Black (“Kiss Kiss, Bang Bang”), noto sceneggiatore della serie “arma Letale” e “Spy”, che è stato chiamato a dirigere il film.

Le riprese di “Cold Warrior” dovrebbero iniziare a giugno.

Il film sarà prodotto da Michelle Manning (“The Eye”), insieme a David Greenblatt e Anthony Bagarozzi.

Con “Cold Warrior” Hollywood ha perdonato l’attore Mel Gibson, che con questo film potrà ritornare alla grande distribuzione.

Articolo originale pubblicato il 28 gennaio 2010

Seguici anche su Google News!