Cambio della guarda per il principe Filippo: dopo 64 anni di impegni ufficiali, infatti, il duca di Edimburgo lascia il suo ruolo di Capitano Generale dei Royal Marines di Sua Maestà al nipote 33enne, il principe Harry.

La notizia, diffusa sul profilo Twitter ufficiale di Buckingham Palace, arriva poche settimane dopo l’annuncio del fidanzamento ufficiale e del matrimonio tra il principe Harry e la bella Meghan Markle, previsto per il 19 maggio 2018:

La Regina ha approvato la nomina del Principe Harry come Capitano Generale Royal Marines in successione al Duca di Edimburgo”, si legge del post.

Filippo di Edimburgo, 96 anni, era stato nominato Capitano Generale dei Royal Marines nel 1953 dal padre della regina Elisabetta, re Giorgio VI, e lo scorso maggio aveva annunciato il ritiro dagli impegni pubblici, facendo la sua ultima apparizione pubblica per la Marina in agosto.

Il “passaggio di consegna”, così ci piace definirlo, è avvenuto durante un incontro cui erano entrambi presenti, insieme al Maggior Generale Robert Magowan, il comandante generale Royal Marines, e al Maggiore Generale Charles Stickland, comandante generale designato.

Galleria di immagini: Principe Harry e Meghan Markle insieme in pubblico per la prima volta (foto)

Nel futuro e nei pensieri di Harry, dunque, non c’è solo l’organizzazione delle nozze con la bella attrice di Suits ma anche questo importante impegno: nel suo nuovo ruolo, il principe ha inviato un video messaggio ai rappresentanti di 163 stati riuniti a Vienna per sollecitare un’eliminazione totale delle mine antiuomo entro il 2025. E ha inoltre chiesto di raddoppiare gli sforzi per raggiungere l’obiettivo stabilito dal Trattato sulla messa al bando delle mine: “Venti anni fa mia madre, Diana, principessa del Galles, ha attraversato un campo minato bonificato in Angola. Ha assistito in prima persona al dolore e alla sofferenza delle persona a cui le mine avevano distrutto non solo i corpi, ma la vita”.